Prima che cominciasse l’amichevole tra la selezione dei migliori giocatori del campionato australiano e la Juventus, l’ex capitano bianconero Alex Del Piero ha detto alcune frasi significative: “Alla Juve in futuro potrei anche tornare, ma non da giocatore”. Uno spiraglio per un futuro da dirigente per Pinturicchio, alle soglie dei 40 anni e ancora con nessuna voglia di lasciare il calcio giocato.

Come dire: nessun rancore verso chi mi ha ceduto. “Ho casa a Torino e non pongo veti a un mio rientro in futuro da dirigente. Io sono tanto legato al pianeta Juve, ma questo è il futuro. Rappresenta un’opzione, dipende da come procedono le cose”. Un rientro in casa Juve farebbe felici praticamente tutti i tifosi, piuttosto tristi per l’addio di Antonio Conte, un altro cuore a forti tinte bianconere.

A proposito, pare che Del Piero sapesse dell’addio dell’allenatore leccese, prima dell’ufficialità: “Avevo già sentito qualcosa. Poi mi è arrivato l’sms di un amico. La verità possono saperla solo i diretti interessati e magari ha due facce. Certamente è stato uno scossone per tutti e in Australia mi hanno chiesto: Continuano a vincere a cambiano allenatore?”. 

Del Piero parla già da dirigente. Vuoi vedere che le voci sull’addio di Conte – sapute in anteprima – nascondono non solo un futuro, ma anche un presente di Juve?