Alessandro Del Piero potrebbe presto diventare il nuovo direttore sportivo del Maiorca. E no, non è un pesce d’aprile anticipato, ma un progetto concreto che ha buone possibilità di andare in porto, grazie al rapporto di amicizia che lega l’icona bianconera a Steve Nash, ex stella NBA. E cosa c’entra il più grande playmaker bianco dai tempi di John Stockton con un club calcistico di seconda divisione? Semplice: è uno dei suoi nuovi proprietari. Due giorni fa, infatti, il boss dei Phoenix Suns, Robert Sarver, ha completato l’acquisto del 77% delle quote azionarie del Maiorca per una cifra pari a 20 milioni di euro, dopo aver tentato (e fallito) l’assalto ai Glasgow Rangers e al Levante. E tra i soci della ACQ Lagacy Partners di Sarver c’è pure Steve Nash, che nonostante ora lavori coi Golden State Warriors non ha mai reciso il legame con la franchigia dell’Arizona, con la quale ha vinto per due volte consecutive il titolo di MVP.

La passione di Nash per il calcio è arcinota, così come è arcinota la sua amicizia con Alessandro Del Piero – che, viceversa, adora la palla a spicchi quasi quanto quella a esagoni. Sarver vuole che il rilancio del Maiorca passi anche il rinnovamento della sua immagine, ed è per questo che ha intenzione di affidarsi a personaggi di grande caratura internazionale. Ma non è solo una questione di mettere insieme delle figurine: come racconta l’edizione odierna di Marca, Del Piero sarebbe stato contattato da Nash e si sarebbe visto offrire il ruolo di direttore sportivo, non esattamente un lavoro di rappresentanza. Probabile, continua Marca, che almeno inizialmente affianchi l’attuale ds del club maiorchino, Miguel Angel Nadal, zio di Rafa e considerato dalla nuova proprietà “un pezzo di storia di questo club”. Dopo l’esperienza in Australia e in India, per Alex Del Piero si aprono orizzonti completamente nuovi, ma non meno eccitanti.