L’arresto di un ultrà violento che causa incidenti potrà avvenire ancora tramite l’utilizzo delle immagini. Proroga fino al 2016 per la norma vigente che consente il fermo di un individuo che sia stato identificato tramite le videocamere di servizio all’interno e all’esterno di uno stadio di calcio (foto by infophoto) e che abbia commesso o abbia causato tafferugli o violenza o qualsiasi altro tipo di reato: “Ha funzionato fino ad ora molto bene – ha dichiarato il ministro dell’Interno Angelino Alfano - Sono calate le aggressioni alle forze dell’ordine e per questo abbiamo deciso di prorogare per tre anni l’arresto differito“.

La norma che introduceva la flagranza differita fino a 36 ore dai fatti, poi passate a 48, era stata introdotta nel 2003 e poi reiterata nel 2007 dopo la morte dell’ispettore di polizia Filippo Raciti, ucciso il 2 febbraio di quell’anno negli scontri alla fine del derby Catania-Palermo.

LINK UTILI

Decreto svuota carceri, Lega in rivolta

Decreto legge femminicidio, tutti i punti più importanti