Daniele De Rossi chiede scusa a Mario Mandzukic dopo lo “zingaro di m….” che il giallorosso gli ha rivolto nel corso del primo tempo di Roma-Juventus.

Una brutta faccenda, verificatasi peraltro a pochi giorni dalle polemiche seguite dall’offesa omofoba di Sarri a Mancini, che il centrocampista prova a chiduere.

“Una telecamera mi ha ripreso proprio mentre dicevo una frase che non doveva uscire dalla mia bocca”, le parole del romanista in una intervista rilasciata a Le Iene.

“Cosa è successo? Lo avete visto tutti. Purtroppo in campo se ne dicono tante e certo affermare ora che la tensione in campo livella il comportamento di ciascuno di noi verso il basso suona un po’ come una giustificazione. Non dovevo dire quella frase o coprirmi la bocca con una mano. La prossima volta seguirò l’esempio di Cassano, lui è cintura nera di mano davanti alla bocca. Mi dispiace per chi si è sentito offeso da quella frase”.

Nel post partita Spalletti ha spiegato come l’oofesa del suo calciatore fosse anche una reazione all’atteggiamento di Mandzukic. “Ci ha preso per il c…. per dieci minuti”, aggiungendo un consiglio a De Rossi: “La prossima volta dovrà fare quel che tutti fanno, ovvero coprirsi la bocca con una mano