Mentre divampa la polemica per Roma 2024 con le Olimpiadi a fortissimo rischio (non) realizzazione visto che il sindaco della capitale Virginia Raggi e il presidente del Coni Giovanni Malagò dissentono su parecchi dei punti in merito al progetto presentato da Malagò su realizzazione e svolgimento dei Giochi Olimpici, c’è chi come la prima cittadina di Torino Chiara Appendino (appartenente come la Raggi del M5S) ha deciso di sostenere la causa di Malagò nel portare avanti il progetto Roma 2024 con lo slogan “We Want Roma 2024″ che accompagnerà il patrocinio del Comune di Torino a “Run with Roma 2024″, la corsa di 10 km che si terrà sabato 10 settembre in 12 città italiane, e chi come il sindaco di Napoli Luigi De Magistris lancia la candidatura di Napoli 2028.

Malagò nella riunione del Coni tenutasi a Roma martedì 6 settembre ha lanciato un ultimatum alla Raggi: “Senza il via libera del Comune di Roma mi sento assolutamente di escludere una nuova candidatura italiana, non solo per il 2028 ma per molti quadrienni a seguire“, nella speranza che il Campidoglio possa dare il suo definitivo nulla osta per l’avvio del programma dei lavori di Roma 2024.

De Magistris intanto ha deciso di lanciare la candidatura di Napoli per le Olimpiadi del 2028: ”Noi ci candidiamo: Napoli è pronta, per il 2028. Perché no?“. Aggiungendo: “Mentre a Roma si discute, a Napoli si decide e intanto nel 2019 avremo le Universiadi con 15mila atleti da tutto il mondo“. “Tra Regione, Comune e università abbiamo già fatto un accordo importante – spiega il sindaco partenopeo – e con le Universiadi vogliamo dimostrare di essere la città dei giovani, dello sport, di un Mediterraneo di accoglienza“.