Aurelio De Laurentiis è pronto a vendere il Napoli. La decisione, maturata negli ultimi giorni, vedrebbe il patron della formazione partenopea attualmente impegnato negli Stati Uniti per ultimare la vendita del pacchetto di maggioranza del club ad alcuni investitori non ancora identificati. Vedrebbe, in quanto al momento a rilanciare l’indiscrezione è stato soltanto Raffaele Auriemma, giornalista di Tuttosport e Radio Crc. Il condizionale è d’obbligo, ma intanto il web si è scatenato e ha ripreso a caratteri cubitali la news.

De Laurentiis jr gaffe: “Del giudizio dei tifosi ce ne possiamo fregare o meno”, infuria la polemica

Lo stesso Auriemma ha rilasciato queste dichiarazioni: “Sono certo di questa notizia, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis (foto by InfoPhoto) è arrivato in America per cercare investitori”. Frasi, quelle rilasciate dal giornalista partenopeo lunedì sera a Italia 1, all’interno del contenitore Tiki Taka, che sicuramente faranno discutere molto: “Io credo che il numero 1 azzurro voglia vendere, o almeno cedere il pacchetto di maggioranza. Il presidente forse ha capito che, per i suoi parametri, non può fare più di quanto già stia facendo”, ha concluso.

Napoli De Laurentiis: il patron spiega un progetto che la SSC avvierà in nome di Ciro Esposito

Aurelio De Laurentiis ha iniziato il suo percorso come presidente del Napoli il 6 settembre 2004, quando acquistò la squadra dopo il fallimento e la retrocessione in Serie C1. Nel giro di quattro anni il club è tornato in serie A, grazie anche all’apporto della moglie di De Laurentiis, Jacqueline, e dei figli Luigi, Valentina ed Edoardo, tutti facenti parti del CdA della società. Nel primo anno di serie A, il Napoli chiude ottavo, mentre è del 2011 il ritorno in Champions League a distanza di 21 anni. Il 20 maggio 2012 arriva il primo trofeo della gestione De Laurentiis, con il Napoli che vince la Coppa Italia battendo la Juventus. Successo bissato il 3 maggio 2014, quando il club partenopeo batté la Fiorentina per 3-1.

Conte ct Italia: De Laurentiis “Usciti dall’immobilismo”, ma il mercato partenopeo è immobile