Era presente anche Aurelio De Laurentiis alla conferenza stampa di presentazione di Michu a Dimaro. Il patron del Napoli ha voluto dare il suo personale benvenuto al neo attaccante della squadra partenopea e rilasciare alcune dichiarazioni molto interessanti riguardo le aspirazioni e gli obiettivi del club.

«Da qui in avanti dobbiamo restare ai vertici. Questo è l’anno giusto, abbiamo per la seconda stagione consecutiva un ottimo allenatore, bisogna ambire allo scudetto. Lo scorso anno abbiamo cambiato molti uomini, Cavani è venuto meno, ciò nonostante siamo stati molto bravi. Con Benitez abbiamo fatto un ottimo lavoro di miglioramento e crescita, chissà senza gli infortuni che hanno minato la squadra dove saremmo potuti arrivare.

A gennaio sono stati messi a segno colpi molto utili. Sono arrivati acquisti importanti e ne arriveranno ancora altri. Gli avversari non staranno a guardare, ma noi partiamo con la marcia giusta. Il nostro allenatore conosce bene i suoi uomini, questa stagione può essere davvero importante.

Lo scudetto è dato anche da tanti fattori che si intrecciano, tante concause. Vedremo cosa succederà. Vargas? Conosciamo il suo valore, il ragazzo non ha pressioni. Se Benitez lo riterrà utile alla causa ce lo terremo, altrimenti andrà altrove. Il cileno ha tante richieste. Reina? Sa che lo accoglieremmo a braccia aperte, ma deve essere lui a desiderarlo. Le porte per noi sono sempre aperte non abbiamo timore di una rosa ampia.

Mazzarri? Ho detto alcune cose qualche giorno fa. La mia non voleva essere una critica o una provocazione, ho molta stima di lui. Il suo modulo non permetteva l’ingresso di Verratti e lui non lo ha voluto. Meglio prendere qualcun altro se non lo faceva giocare. Mazzarri è un grande professionista e con noi ha fatto un percorso positivo. La mia stima è riscontrabile dal fatto che inizialmente l’ho voluto ancora al lavoro con il Napoli».

(immagine di copertina e fotogallery by Infophoto)