Cristiano Ronaldo non sta bene. E non solo psicologicamente, per l’eliminazione del Portogallo dai Mondiali brasiliani. Cr7 soffre infatti di tendinite e rischia due mesi di stop. Il che significherebbe, per il Real Madrid di Carlo Ancelotti, di dover fare a meno del suo capocannoniere sia nella Supercoppa europea, sia in quella spagnola. Entrambe le competizioni si svolgono ad agosto.

Se la diagnosi sarà confermata, il portoghese salterà anche l’inizio della Liga, previsto per il 23 – 24 agosto. Ronaldo anche in Brasile ha dovuto fare i conti con i problemi al tendine, che si porta dietro dalla fine della stressante (e vincente) stagione passata. Di sicuro, Cr7 dovrà saltare – o comunque non potrà preparare al meglio – la stagione 2014-2015: niente ritiro con la Casa Blanca. Al momento, il giocatore è tornato a Lisbona per passare un po’ di vacanze.

Il Real avrà il primo impegno ufficiale il 12 agosto a Cardiff contro il Siviglia (che ha vinto l’Europa League) per la Supercoppa europea. Una settimana dopo sarà tempo di Supercoppa di Spagna, con l’andata del confronto tutto cittadino contro l’Atletico Madrid (che l’anno scorso ha vinto la Liga). Il 27 agosto ci sarà il ritorno. Chissà che proprio per questa data, il nostro non possa ripresentarsi in campo.

Per quelli che credono a queste cose, il tutto potrebbe essere ancora colpa dello stregone (o santone, fate voi) Nana Kwaku Bonsam. Di nazionalità ghanese. Che prima del Mondiale aveva lanciato una maledizione su Cr7. Perché, all’epoca, per fermare il giocatore, ci voleva davvero una macumba. Il Portogallo, in Brasile, era nel girone proprio con il Ghana. E Bonsam promise ai suoi connazionali che avrebbe fatto un rito voodoo a base di polveri divine e intrugli sulla foto di Cr7. Chissà che il Real Madrid non voglia chiedergli i danni (o assumerlo, a seconda).