Non trova pace questo povero Milan: dopo la partenza di Massimiliano Allegri e l’arrivo in panchina di Clarence Seedorf, ora è pronto un nuovo ribaltone. Il presidente Silvio Berlusconi è furibondo con Seedorf, il quale non è riuscito a dare la scossa necessaria ad una squadra che sembra decisamente allo sbando. Contro il Parma è giunto il quarto ko consecutivo e il futuro del tecnico olandese, arrivato con un contratto che scadrà soltanto a giugno 2016 e firmato non più tardi di due mesi, sembra essere già in bilico.

Dopo l’umiliazione in Champions League per mano dell’Atletico Madrid e le 11 sconfitte accumulate finora in campionato (come nel 1996/1997, la stagione di Tabarez e del Sacchi-bis), ecco che ora arriva l’ultimatum: Adriano Galliani è stato chiamato a rapporto da Silvio Berlusconi assieme ai figli del patron. Tutti assieme ad Arcore per decidere: è chiaro che l’ultima chance per Seedorf sarà la sfida di domenica prossima all’Olimpico di Roma contro la Lazio. In caso di sconfitta, pronto l’esonero per Seedorf e l’approdo, in panchina, di Filippo Inzaghi, l’uomo che già sembrava sul punto di prendere il posto di Allegri qualche mese fa. Che sia stato gettato al vento solo del tempo inutile?

Atletico Madrid-Milan pagelle: Kakà, fossile vivente in mezzo al disastro

Milan-Juventus pagelle: Taarabt, o si riscatta o si rapisce, Pazzini wrestler

Berlusconi vende il Milan: 300 milioni per il nuovo stadio, poi cessione parziale del club