UPDATE 14.58: se Seedorf è assolto, altrettanto non si può dire di chi gli sta sopra. “Il Milan è stato costruito male”, avrebbe detto Berlusconi ieri sera, sempre nel corso degli stessi colloqui con i suoi confidenti. Non fa nomi, il presidente, ma il riferimento è chiaro. Com’è chiaro che lui sembra non attribuirsi alcuna responsabilità

Seedorf non e’ in discussione e sara’ l’allenatore del Milan anche l’anno prossimo”. Questo, secondo un lancio di Ansa, il pensiero che Silvio Berlusconi avrebbe espresso ad alcuni non meglio precisati collaboratori, al termine dell’ennesima abbondante razione di sberle rimediata dal Diavolo più cencioso della sua gestione. Smentite, dunque, le voci che volevano il tecnico olandese (foto by InfoPhoto) nel mirino presidenziale (insieme a buona parte della squadra) e addirittura a rischio-panchina in caso di ulteriore sconfitta nel prossimo turno di campionato contro la Lazio.

D’altra parte, per un club che aveva fatto vanto, anche giustamente, della sua scarsa propensione al cambio in corsa di allenatore, due esoneri in una singola stagione sarebbero sembrati decisamente troppi. Anche se questo Milan non è più quel Milan.

LEGGI ANCHE:

Seedorf rischia il posto

Donadoni strazia il miserabile Diavolo

Nuovo stadio da 60mila posti