Il tifoso napoletano di circa 30 anni, ferito prima della finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli, in programma allo stadio Olimpico di Roma, dopo essere stato ricoverato all’ospedale Villa San Pietro ed essere stato rianimato, stabilizzato e drenato, ha subito un intervento chirurgico per rimuovere il proiettile conficcatosi nella colonna vertebrale. La situazione è stata definita “stabile ma critica”. L’uomo è stato trasferito al reparto di neurochirurgia dell’ospedale Gemelli della città capitolina.

Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, altre due persone, una di 43 anni e una di 32, sarebbero state ricoverate  in seguito a ferite da colpi di arma da fuoco alle braccia. La prima a Villa San Pietro. La seconda all’ospedale Santo Spirito.

Al policlinico Gemelli c’è una persona con una gamba fratturata.

Tre tifosi hanno preferito rifiutare le cure in ospedale, mentre altri tre sono stati trasportati in ‘codice verde’ all’Ospedale Sant’Andrea.

Al momento è poco chiara la dinamica del grave episodio. Le indagini sono in corso.

(foto by Infophoto)