Inter e Roma in semifinale di Coppa Italia: un film già visto, che rischia di annoiare. Lazio e Juventus dall’altra parte: nonostante sia uscita la detentrice Napoli (nella foto Paolo Cannavaro in versione statuetta del presepio) mancano, dopo l’exploit del Siena di Sannino nella stagione scorsa, i ruggiti delle provinciali.

Da quando il torneo ha cambiato formula (stagione 2008-09), intoducendo l’aberrazione della gara secca in casa della “grande”, ma già prima, cioè da quando si è fatto in modo di evitare alle metropolitane la “scoccciatura” di disputare i primi turni, le sorprese sono sempre più rare, come un Novara di C1 lanciato fino agli Ottavi e battuto a San Siro dal Milan in gara secca.

La Coppa Italia è stata vinta una sola volta da un club di B (Napoli 1961-62), contro le ben 8 della Fa Cup (l’ultima fu il West Ham United 1979-80). Nel torneo più antico del mondo, non più tardi del 2007-08, il Portsmouth di Harry Redknapp spense il sogno delle altre tre semifinaliste, ovvero Cardiff City, Barnsley e West Bromwich Albion, tutte di secondo livello.

Da noi appena altre due finali, quelle del Palermo 1973-74 e 1978-79, oltre ad un’Atalanta retrocessa, ma battuta in finale dal Napoli scudettato e dunque iscritta alla Coppa Coppe 1987-88 da formazione di B.

Questo per dire che il sale di un torneo come questo è quello del “giant-killing”, vedi i dilettanti del Calais 1999-00, superati in finale di Coppa di Francia dal Nantes e da un arbitraggio scandaloso.

Questo il dettaglio delle semifinaliste di Coppa Italia, da quando è cambiata la formula (per i primi tre anni c’erano ancora Ottavi e Quarti ad andata e ritorno, ora nemmeno più quelli):

2005-06: Inter-Roma (Udinese-Palermo)

2006-07: Inter-Roma (Milan-Sampdoria)

2007-08: Roma-Inter (Lazio-Catania)

2008-09: Lazio-Sampdoria (Juventus-Inter)

2009-10: Inter-Roma (Fiorentina-Udinese)

2010:11: Inter-Palermo (Roma-Milan)

2011-12: Juventus-Napoli (Milan-Siena)

2012-13: Lazio-Juventus e Inter-Roma

Foto: Infophoto.