Situazione speculare rispetto allo scorso anno in Coppa Italia con Napoli e Inter che ancora una volta si ritrovano a fronteggiarsi nei quarti di finale di questa competizione che, oltre al titolo di un certo prestigio, consente di offrire un ingresso in Europa League tutt’altro che sottovalutabile. Nella scorsa edizione la spuntò la squadra partenopea, allenata allora da Benitez grazie al solito Higuain che approfittando dell’ingenuità di Ranocchia, che se lo dimenticò in marcatura su fallo laterale, si presentò da solo davanti alla porta. In serata l’Inter non cercherà solamente “vendetta” con l’accesso alle semifinali, ma anche un “sigillo di garanzia” per un girone d’andata in campionato condotto egregiamente che sta però conoscendo una coda pericolosa con soli 4 punti raccolti nelle ultime 4 partite.

Anche per Sarri è giunto il tempo di fare turn-over. Koulibaly risparmiato in campionato torna in coppa per fare coppia con Chiriches in difesa (riposa Albiol), sulla destra viene riproposto Maggio mentre sul versante sinistro c’è ancora Ghoulam. A centrocampo si rivede Valdifiori e con lui a fungere da interni ci saranno Mertens e in tutta probabilità Allan, con Hamsik trequartista davanti alle due punte Higuain e Gabbiadini.

Rotazione anche per Mancini che decide di concedere un po’ di meritato riposo a Handanovic schierando Carrizo, protagonista nelle ultime uscite di un super lavoro. In difesa verrà riproposta la coppia di centrali Miranda e Murillo ma il binomio di terzini sarà composto da Juan Jesus (che ha perso il posto di titolare) e Nagatomo. Per il centrocampo invece scalpita Felipe Melo, indisponibile in campionato per squalifica, che per l’occasione verrà utilizzato insieme a Kondogbia in mediana, mentre più defilati ci saranno Biabiany e Perisic. Davanti potrebbe figurare ancora Jovetic dal primo minuto insieme a Icardi.

Napoli (4-3-1-2): Reina; Maggio, Koulibaly, Chiriches, Ghoulam; Allan, Valdifiori, Mertens; Hamsik; Gabbiadini, Higuain. All. Sarri.

Inter (4-4-2): Carrizo; Nagatomo, Miranda, Murillo, Juan Jesus; Biabiany, Felipe Melo, Kondogbia, Perisic; Icardi, Jovetic. All. Mancini.