Partirà il 7 agosto la Coppa Italia Lega Pro. Diramato il nuovo regolamento, leggiamone i punti salienti alla luce anche dei giudizi di non ammissibilità di alcune squadre.

FASE ELIMINATORIA

Alla Fase Eliminatoria parteciperanno 33 squadre, equamente suddivise in 11 gironi. I raggruppamenti vedranno tre giornate di calendario, con match di sola andata. Ognuna scenderà una volta in casa e una fuori. Le prime classificate accederanno alla Fase Finale. In caso di parità di punteggio, fra due o più partecipanti, si terrà conto nell’ordine: a) della differenza reti nelle gare di girone; b) del maggior numero di reti segnate nelle gare di girone; c) del maggior numero di reti segnate nella gara esterna di girone; d) del sorteggio

FASE FINALE

Disputeranno la Fase Finale 38 club di cui 11 qualificati nella Eliminatoria e le 27 realtà chiamate a presenziare nella Coppa Italia (TIM CUP) organizzata dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A. Sulla base di criteri determinati, delineati, secondo la modalità del sorteggio, 6 confronti di qualificazione per la riduzione da 38 a 32 team per l’ammissione al 2° turno. Fino ai quarti le partite si svolgeranno con confronti ad eliminazione diretta. In caso di parità via ai tempi supplementari e agli eventuali calci di rigore se il nome del vincitore non sarà stato ancora stabilito.

SEMIFINALI E FINALE

Semifinali e finale avranno gare di andata e ritorno. La società prima nominata nel sorteggio scenderà inizialmente davanti al pubblico amico. Qualora risultasse parità nelle reti segnate il verdetto risulterà a favore della squadra che avrà realizzato il maggior numero di centri in trasferta. Disputati, in caso di ulteriore parità, due tempi supplementari dalla durata di quindici minuti ciascuno. Laddove nel corso dell’extra time le antagoniste abbiano segnato lo stesso numero di reti, quelle realizzate dagli ospiti avranno valore doppio. In caso di nessun goal , i rigori decideranno le sorti della battaglia.