Va in scena questa sera, a San Siro, alle ore 21, la partita secca dei quarti di finale di Coppa Italia fra Inter e Sampdoria, che vedrà di fronte non solo due squadre, ma due grandissimi amici: Roberto Mancini e Sinisa Mihajlović. I due non potranno però stringersi la mano alla fine del match poiché l’allenatore serbo dovrà restare in tribuna a causa di una squalifica. La formazione di Mancini vedrà finalmente in campo insieme, dal primo minuto, i due neo-acquisti Podoloski e Shaqiri.

INTER Mister Mancini attua un minimo di tournover, a partire dalla porta: Carrizo prenderà li posto del titolare Handanovic. In difesa, la linea a quattro composta da D’Ambrosio e Dodò sugli esterni e la coppia centrale Juan Jesus e Andreolli. A centrocampo si schiereranno con molta probabilità i due frangiflutti Kuzamanovic e Medel davanti alla difesa, mentre in avanti ci sarà spazio per Kovacic trequartista, affiancato sugli esterni da Shaqiri a destra e Podolski a sinistra. Davanti unica punta Icardi, mentre Osvaldo non è stato convocato.

SAMPDORIA Mihajlović riduce ai minimi termini il turnover. A difendere la porta dei blucerchiati ci sarà Viviano, mentre di fronte all’estremo difensore prende posto una difesa composta da Cacciatore sull’out di sinistra, De Silvestri sulla fascia destra e in mezzo la coppia Silvestre-Gastaldello. A centrocampo spazio dal primo minuto per Obiang, Palombo e Rizzo. In avanti il tridente composto da Bergessio e Eder, supportati dal rifinitore Soriano. In panchina l’indisciplinato Okaka dopo la sfuriata con l’allenatore serbo.

INTER (4-2-3-1): Carrizo; D’Ambrosio, Andreolli, Juan Jesus, Dodò; Medel, Kuzmanovic; Shaqiri, Kovacic, Podolski; Icardi. All. Mancini

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; De Silvestri, Gastaldello, Silvestre, Cacciatore; Rizzo, Palombo, Obiang; Soriano, Eder, Bergessio. All. All. Mihajlovic (squalificato, in panchina Sakic)