Nessun colpo di scena. Milano vince la 41ª edizione della Coppa Italia, la sesta della sua storia. In finale il quintetto meneghino batte Sassari 84-74 e bissa il successo dell’edizione passata.

Milano-Sassari, il primo quarto

Coach Pasquini parte con Bell-Devecchi-Sacchetti-Lacey-Lydeka. Repesa replica con Hickman-Kalnietis-Sanders-Pascolo-Raduljica. Meno prestante fisicamente, Sassari mostra subito aggressività e cerca il canestro dalla lunga distanza. Strategia che immediatamente ripaga, per tre volte il jolly Lacey imbuca tre punti ed è 13-2 al 5’. Repesa deve ricorrere a numerosi cambi per replicare al gioco avversario. Il primo quarto finisce 19-11 e nel secondo l’andazzo è lo stesso. Pure Carter mette a referto due trepunti e l’EA7 perde mordente. Esattamente però come la semifinale contro Reggio, ancora una volta Milano ingrana sulla lunga distanza e ricuce quasi tutto lo svantaggio all’intervallo grazie al rientro di Hickman e Dragic che firmano il 34-36.

Ricky Hackman MVP, Milano ancora numero uno

La ripresa comincia, Sanders piazza due triple e i milanesi mettono la freccia. Hickman e Pascolo fanno il vuoto e sul 52-43 di Cinciarini, che corre, salta e segna, la finale sembra completamente ribaltata. Stremati sì, ma mica arrendevoli gli isolani. Stipcevic, silente per 29’20”, pesca il suo primo trepunti che esorta i compagni a non mollare: 56-54 Milano alla terza sirena. Si decide tutto nell’ultimo periodo. EA7 vola sul 75-64, Stipcevic e Lacey riducono il divario a sole tre lunghezze. Macvan, due tiri liberi a 1’08” dalla fine, e Kalnietis da tre decretano però il successo milanese. Mvp Ricky Hickman, migliore realizzatore della finale con 25 totali, 10 nel quarto quarto.

Milano-Sassari, le parole di Armani e Repesa

“Bellissima tensione – il commento a fine patron Giorgio Armani – L’emozione di tutto che succede in pochissimo tempo. Spero che arrivino molte altre Coppe”. Mentre Repesa, al 20° titolo in carriera: “Durissima, per tutte le 3 partite. Per questo anche più bello. Anche senza Simon”. Filippo Baldi Rossi (Dolomiti EnergiaTrento) ha vinto la gara da 3 punti e Gaspardo (Vanoli Cremona) la gara delle schiacciate.