L’Alessandria accede alle semifinali di coppa Italia battendo lo Spezia per due reti ad una ed entra nella storia, perché erano ben 32 anni che una squadra della vecchia serie C1, ed attuale Lega Pro, non si spingeva così in avanti nella competizione tricolore.

L’impresa era riuscita per l’ultima volta al Bari, ora tocca ai grigi di Angelo Gregucci, che affronteranno in semifinale ilMilan.

Eppure la gara era iniziata in salita per i piemontesi, che pure dimostrano di non accusare la differenza di categoria. Al 20′, però, è grave l’ingenuità di Celjak, che trattiene vistosamente per la maglia Valentini: Tagliavento indica il dischetto e Calaiò è bravo a spiazzare Vannucchi.

L’ex bomber del Napoli si divora una doppia occasione per il 2-0 e rinvigorisce le speranze dell’Alessandria, che gioca a memoria. Nella ripresa Gregucci si gioca la carta Bocalon, capocannoniere di Lega Pro subentrato a 20′ dala fine a Loviso.

L’attaccante scuola Inter colpisce due volte nel finale: al minuto 83 la difesa spezzina è distratta su un rimbalzo in area di rigore, Bocalon ne approfitta, stoppa a seguire di testa e fredda Chichizola.

In pieno recupero il centravanti concede il bis. Cross dalla destra, anticipo netto ai danni di Valentini e colpo di testa vincente con vista sulla semifinale di coppa Italia. Grigi che, dopo Alto Vicentino, Pro Vercelli, Juve Stabia, Palermo, Genoa e Spezia mettono nel mirino il bersaglio grosso, il Milan. Andata in piemonte il 26 gennaio, ritorno a San Siro l’1 marzo.

Spezia-Alessandria 1-2

SPEZIA (4-4-2): Chichizola; De Col, Valentini, Terzi, Migliore; Ciurria (26′ st Kvrzic), Canadjija (49′ st Rossi sv), Pulzetti, Situm; Nenè (30′ st Catellani), Calaiò. In panchina: Sluga, Saloni, Rossi, Postigo, Juande, Errasti, Crocchianti, Misic, Azzi. Allenatore: Di Carlo.
ALESSANDRIA (4-3-3): Vannucchi; Celjak, Sosa, Sirri, Sperotto; Nicco, Loviso (25′ st Bocalon), Branca; Marras, Marconi (41′ st Vitofrancesco), Fischnaller
(50′ st Boniperti). In panchina: Nordi, Picone, Terigi, Mezavilla, Morero, Sabato, Cittadino. Allenatore: Gregucci.
ARBITRO: Tagliavento di Terni.
RETI: 20′ pt (rig.) Calaio’, 38′ st, 47′ st Bocalon.
Ammoniti: Celjak, Ciurria, Marras, Pulzetti, Nicco, De Col, Canadjija. Angoli: 5-3 per l’Alessandria. Recupero: 1′ pt; 5′ st.

Spezia-Alessandria 1-2, il video