Il fioretto maschile non scende dal podio, pur non riuscendo ancora a conquistare la prima vittoria individuale in stagione, quello femminile continua a celebrare la forza (tecnica e mentale, dopo i recenti successi) di Arianna Errigo, n.1 al mondo, bi-campionessa iridata, vincitrice delle ultime due edizioni della Coppa del Mondo, delle ultime tre prove a cavallo di due annate e obiettivamente ‘ingiocabile’ in questo momento nel fioretto femminile. Ma c’è una nuova azzurra da celebrare, l’ennesima, nel fioretto…

COPPA DEL MONDO – FIORETTO FEMMINILE – St. Maur (Francia), 7-9 novembre 2014

Dopo Cancun, in Messico, con il trionfo di Arianna Errigo, unica azzurra però ad approdare nelle ‘otto’, questa volta a St. Maur, in Francia, è un’altra musica per la squadra italiana nella seconda tappa di Coppa del Mondo, fioretto donne. Cinque azzurre, delle nove approdate al tabellone principale, si spingono fino ai quarti di finale, ovvero Di Francisca, Errigo, Vezzali, Cini e Volpi. La 23enne Chiara Cini va a prendersi anche il primo podio della carriera nella competizione battendo proprio Valentina, mentre Di Francisca e Volpi deragliano contro, rispettivamente, una grande Kiefer e la ‘solita’ Deriglazova. In semifinale l’americana e la russa si sfidano in un match splendido, vinto da Kiefer, con la sua bella scherma dinamica, in rimonta, 15-14, su Deriglazova. Nel derby azzurro Cini-Errigo si mette in mostra una grande Chiara Cini, che non si fa intimorire dalla caratura della Errigo, dominatrice delle ultime due stagioni, e porta la monzese alla terza manche, arrendendosi ‘solo’ 15-13. Bella impressione quella della pisana, decisamente più bassa di Arianna, ma molto mobile in pedana, brava nel tenere la misura e tatticamente impeccabile. Abbiamo scoperto un’altra campionessa dopo la concittadina Batini, rivelazione del 2014? Presto per dirlo, ma…

Finalissima dunque Kiefer-Errigo, senza storia. Arianna, che in semifinale aveva accusato, sul finire del match, un piccolo problema fisico, contro Cini, domina dall’inizio alla fine, chiudendo 15-8 . Terza vittoria consecutiva se consideriamo anche il Mondiale di Kazan, 11a assoluta in Coppa del Mondo. N.1 senza storia dell’arma, per ora. Compimenti. Anche a  Chiara Cini, per il primo podio della carriera.

FINALE

Errigo (ITA) b. Kiefer (USA) 15-8

SEMIFINALI

Kiefer (USA) b. Deriglazova (RUS) 15-14

Errigo (ITA) b. Cini (ITA) 15-13

COPPA DEL MONDO – FIORETTO MASCHILE – Tokyo, 07-09 Novembre 2014

Ancora una volta il tricolore sale sul podio finale di una prova di Coppa del Mondo di fioretto maschile. E’ Andrea Cassarà l’azzurro che conferma l’Italia ai vertici, conquistando il terzo posto al termine della prova individuale della tappa di Tokyo del circuito mondiale della specialità, la seconda dopo San Francisco. Il carabiniere bresciano è stato artefice di un’ottima prova, che ha riscattato l’esordio opaco di tre settimane fa in America.
L’unico a fermare l’azzurro è stato, in semifinale, col punteggio di 15-13, il russo Dmitry Rigin, poi a sua volta sconfitto in finale dal trionfatore della tappa nel Paese del Sol Levante, lo statunitense Race Imboden. Andrea Cassarà aveva iniziato il suo percorso di gara superando dapprima il giapponese Toshiya Saito per 15-6, quindi aveva proseguito avendo la meglio nel derby azzurro contro Alessio Foconi per 15-9 e, con lo stesso punteggio, nel turno dei 16, aveva poi vinto l’assalto contro il portacolori della Repubblica Ceca, Alexander Choupenitch. Ai quarti, invece, l’avversario è stato il russo Renal Ganeev, sconfitto col punteggio di 15-13.
Sono soddisfatto per una gara che giudico buona – ha commentato il campione azzurro sul suo profilo Twitter -. Peccato per la semifinale un pò “buttata via”, ma è un buon terzo posto e soprattutto è il mio primo podio stagionale!“.‪

FINALE
Imboden (Usa) b. Rigin (Rus) 15-10

SEMIFINALI
Rigin (Rus) b. Cassarà (ITA) 15-9
Imboden (Usa) b. Lefort (Fra) 15-14

QUARTI
Rigin (Rus) b. Chamley-Watson (Usa) 15-14
Cassarà (ITA) b. Ganeev (Rus) 15-13
Lefort (Fra) b. Lei (Chn) 15-6
Imboden (Usa) b. Ma (Chn) 15-13