England Rugby 2015, il Comitato Organizzatore della Rugby World Cup 2015, ha annunciato oggi la lista delle quarantuno strutture (Team Bases) che ospiteranno le venti squadre impegnate, dal 18 Settembre al 31 ottobre 2015, nella rassegna iridata che si disputerà in Inghilterra ed a Cardiff, capitale del Galles (Clicca qui per la lista completa delle sedi di allenamento). Ogni sede di allenamento garantirà una struttura per gli allenamenti al coperto ed una per quelli all’aperto, una piscina, ed una palestra oltre all’hotel e verrà utilizzata in preparazione e durante le competizioni. Ogni struttura di allenamento è in linea con gli standard di allenamento delle squadre internazionali ed è situata vicino ad almeno un impianto sede di gara.

Rugby Sei Nazioni 2014: svolta nella palla ovale, il torneo va in chiaro su DMAX

Giocatore rugby morto: Alberto Cigarini stroncato da un ictus a 25 anni negli Stati Uniti

L’Italia, inserita nella Pool D con Francia, Irlanda, Canada e Romania, si dividerà tra due località del Surrey, alle porte di Londra, allenandosi dapprima al Surrey Sports Park di Guildford dall’11 al 24 settembre in preparazione alle prime due gare della fase a gironi (19 settembre a Twickenham contro la Francia, 26 settembre a Leeds contro il Canada) e successivamente al Cobham RFC, all’interno della London Orbital Motorway, il grande raccordo che circonda la capitale britannica, in vista delle sfide del 4 ottobre all’Irlanda all’Olimpico di Londra e dell’11 ottobre ad Exeter contro la Romania. Il Manager azzurro Luigi Troiani ha visitato in estate le strutture che ospiteranno gli Azzurri durante la prima fase della Rugby World Cup e non nasconde l’attesa del gruppo della Nazionale per l’ottava edizione della rassegna iridata: “Sono rimasto favorevolmente impressionato dalla qualità delle strutture, indoor ed all’aperto, dove prepareremo le gare della fase a gironi. A poco più di un anno c’è grande attesa nel nostro gruppo all’idea di essere parte, ancora una volta, di un grande evento come la Rugby World Cup. L’Inghilterra, negli ultimi anni, ha confermato ancora una volta la propria grande passione per lo sport, con un pubblico fantastico ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Londra 2012 e più recentemente in occasione delle prime tappe del Tour de France 2014. Non ho dubbi che la Nazionale riceverà una calorosa accoglienza da parte degli appassionati di Guildford e Cobham e questo, insieme al calore degli appassionati italiani che ci seguiranno al di là della Manica, potrà essere un prezioso aiuto nella nostra sfida per raggiungere una storica qualificazione ai quarti di finale”.

Italia Samoa rugby 2014: si gioca ad Ascoli, tutte le info utili