Esce di scena ai quarti l’Italia in Coppa Davis. Era a caccia di una stoica rimonta contro il Belgio, che conduceva 2-1. Lorenzi soccombe a Goffin: 6-3 6-3 6-2 il punteggio finale, in poco meno di due ore.

La cronaca

Numero 38 al mondo, Paolo Lorenzi perde la sua quinta partita nelle dieci di Davis disputate. L’azzurro è in crisi nera: dopo essersi aggiudicato il primo turno di Indian Wells contro Haase, è andato ko con Wawrinka (in California), Bedene (Irving) e Mannarino (Miami) e, infine, le due sconfitte in Davis. Il 26enne Goffin, quattordicesimo nel ranking Atp, era assente al primo turno di World Group in Germania a febbraio. Ma col quartetto di Barazzutti è tornato, e in condizioni strepitose: nei due singolari disputati prima con Seppi e poi con Lorenzi non ha lasciato per strada nemmeno un set.

Lorenzi: “Goffin nella sua forma migliore”

E’ stato un match molto difficile - ha detto Lorenzi subito dopo il match -, David ha giocato il suo miglior tennis tenendo bene anche negli scambi lunghi. Ho cercato di fare del mio meglio. E’ stato difficile trovare la chiave, io avrei dovuto fare cose straordinarie e lui avrebbe dovuto giocate maluccio. Non è accaduta nessuna delle due cose ed è andata così. Forse nel secondo set lui aveva un po’ rallentato e io non ho sfruttato al massimo le occasioni che ho avuto. E nei punti in cui avevo bisogno di un po’ di fortuna le cose sono andate dalla sua parte. Ma lo ripeto: lui ha giocato davvero bene”.

Chiude il debuttante Giannessi

A risultato compromesso, Andreas Seppi riposerà. In programma il match fra Joris De Loore e lo spezzino Alessandro Giannessi, 122 Atp, che alla sua prima convocazione debutterà in Davis. Aggregato come quinto uomo nella trasferta in Argentina, è stato convocato al posto di Fabio Fognini, attualmente infortunato.