E’ successo, e davvero non ce l’aspettavamo proprio, nonostante il clima ostile e l’arbitraggio tutto per i padroni di casa: avanti 2-1 dopo il doppio, l’Italia di Barazzutti cede al Kazakistan 2-3 nella sfida valida per il primo turno del World Group 2015 della Coppa Davis che si è conclusa sul veloce del National Tennis Centre di Astana.

DOMENICA

Dopo il successo in doppio di Simone Bolelli e Fabio Fognini, che sabato avevano portato in vantaggio la squadra azzurra, nel terzo singolare è arrivato il pareggio kazako grazie a Mikhail Kukushkin che ha sconfitto per 7-6(8), 6-0, 6-4, in due ore e due minuti di gioco, Andreas Seppi. Mentre nel singolare decisivo Fabio Fognini, schierato al posto di Bolelli (utilizzato nella prima giornata) ha ceduto per 7-6(5), 3-6, 4-6, 6-3, 7-5, in tre ore e 41 minuti, ad Aleksandr Nedovyesov, anche lui messo in campo a sorpresa al posto di Golubev. Risultato: Kazakistan ai quarti a luglio, Italia ai play-off di settembre per restare nel World Group.

LE PRIME DUE GIORNATE

Venerdì nel singolare d’apertura Simone Bolelli aveva ceduto per 7-6(6), 6-1, 6-2, dopo due ore e 21 minuti di gioco, a Mikhail Kukushkin, contro il quale aveva sempre vinto nei tre precedenti confronti diretti. Aveva rimesso le cose a posto Andreas Seppi che nel secondo incontro ha sconfitto per 6-3, 6-3, 6-7(5), 6-2, in due ore e 34 minuti di partita, Andrey Golubev. Sabato nel doppio, appunto, Simone Bolelli e Fabio Fognini si sono imposti per 7-6(4), 6-3, 6-7(13), 6-4 su Andrey Golubev ed Aleksandr Nedovyesov in un match epico per il tie-break del terzo set e perché ci ha riportato con la memoria alle ‘battaglie’ del passato in Davis contro avversari, pubblico e arbitri.

LE SQUADRE

Per la sfida di Astana il capitano della squadra azzurra Corrado Barazzutti ha convocato Fabio Fognini (n. 22 Atp), Andreas Seppi (n. 35 Atp), Simone Bolelli (n. 49 Atp) e Paolo Lorenzi (n. 79 Atp). Come quinto giocatore è stato aggregato anche Luca Vanni (n. 113 Atp).
Dias Doskarayev, capitano del team kazako, ha invece scelto di affidarsi a Mikhail Kukushkin (n. 58 Atp), Andrey Golubev (n. 91 Atp), Aleksandr Nedovyesov (n. 130 Atp) e Dmitry Popko (n. 610 Atp). E’ il primo confronto tra le due nazionali.