Andreas Seppi ci fa soffrire, Fabio Fognini ci esalta e rimette tutta a posto. Uno a uno, quindi, dopo la prima giornata nella sfida valida per il primo turno del World Group di Coppa Davis con l’Argentina in corso al Patinodromo di Mar Del Plata (terra rossa).

Il ligure ha sconfitto in tre set (7-5, 6-2, 6-2) Juan Monaco, ex top ten sceso in 40esima posizione nella classifica mondiale. Fabio, reduce dagli ottavi agli Australian Open che gli sono valsi il suo best ranking (n.15), ha confermato di attraversare un ottimo momento e non si è lasciato intimidire o innervosire dal rumoroso pubblico del Patinodromo (erano in ottomila sulle tribune), che già pregustava il due a zero dopo il ko di Andreas Seppi contro Carlos Berlocq nel primo singolare della giornata. Bravo e lucido l’azzurro nel primo set a rimontare lo svantaggio di 5-3 infilando 4 game consecutivi. Da quel momento il match si è messo in discesa con l’azzurro sempre avanti nel punteggio: 6-2 il secondo, stesso punteggio nel terzo dopo due ore e due minuti.

Oggi il doppio, probabilmente decisivo, alle ore 17 italiane con diretta su SuperTennis. I due capitani hanno tempo fino a un’ora prima del match per cambiare le formazioni annunciate durante la cerimonia del sorteggio. Per l’Italia scenderanno in campo con ogni probabilità Fabio Fognini (non Filippo Volandri) e il rientrante Simone Bolelli. In coppia vantano le semifinali agli US Open 2011 e agli Australian Open 2013, quando misero paura ai gemelli Bryan. Domenica gli ultimi due singolari dalle ore 15.30.

PROGRAMMA E RISULTATI

ARGENTINA – ITALIA 1-1
Tutti gli incontri sono trasmessi integralmente, in diretta e in HD su SuperTennis TV (canale 64 del Digitale Terrestre e 224 della piattaforma Sky)

VENERDI’
Carlos Berlocq (ARG) b. Andreas Seppi (ITA) 4-6, 6-0, 6-2, 6-1.
Fabio Fognini (ITA) B. Juan Monaco (ARG) 7-5, 6-2, 6-2.
SABATO
dalle 17.00:
Horacio Zeballos/Eduardo Schwank (ARG) c. Simone Bolelli/Fabio Fognini (ITA)

DOMENICA
dalle 15.30:
Carlos Berlocq (ARG) c. Fabio Fognini (ITA)
Juan Monaco (ARG) c. Andreas Seppi (ITA).