La Coppa d’Africa regala la sua prima sorpresa nell’eliminazione dell’Algeria, che non è andata oltre il 2-2 contro il Senegal. La nazionale maghrebina torna a casa con soli 2 punti, pensare che, potendo contare sui vari Slimani e Mahrez, Ghoulam e Brahimi, era considerata una delle favorite alla vittoria finale.

Contro i Leoni della Teranga servivano assolutamente i tre punti. Pronti, via e la Nazionale di Georges Leekens si porta in vantaggio proprio con Slimani, attaccante del Leicester, che sfrutta al meglio un assist di Hanni.

La gioia dura quasi un tempo, perché quasi al 45′ il Senegal coglie il pari grazie ad una staffilata da fuori area di Diop. Nella ripresa la storia si ripete daccapo. Vantaggio dell’Algeria ancora con Slimani, e pari, stavolta definitivo, del Senegal, in rete con Sow.

A passare insieme al Senegal, da seconda del girone, è la Tunisia, brava a sconfiggere per 4-2 lo Zimbabwe. Il primo tempo è ricco di reti, con le Aquile di Cartagine che nel giro di mezz’ora si portano in vantaggio di tre reti con le marcature di Sliti, Msakhni e Khenissi.

Lo zimbabwe accorcia con Musona, ma proprio al 45′ la Tunisia ristabilisce le distanze con un calcio di rigore di Khazri. Nella ripresa il 4-2 firmato Ndoro.

Questa la classifica finale del girone: Senegal 7, Tunisia 6, Algeria 2, Zimbabwe 1. Il Senegal affronterà ai quarti il Camerun, la Tunisia se la vedrà con il Burkina Faso.