Quella al Mondiale 2014 è la prima partecipazione ufficiale per la Bosnia Erzegovina a tale torneo dopo la separazione dalla ex-Jugoslavia. E’ un momento storico per il movimento calcistico del Paese. La nazionale dei Dragoni è particolarmente giovane. Ha ottenuto il riconoscimento dalla Fifa solo nel 1996. Inizialmente è andata incontro a qualche problema dovuto in particolare alle divisioni interne al Paese tra serbi e croati. Pian piano la situazione è andata migliorando e ora la Bosnia è riuscita a strappare questo pass per il Mondiale. Adesso  i vari Zlatan Ibrahimovic, Josip Ilicic e Neven Subotic che hanno preferito altre nazionali, si devono accontentare di osservare il torneo senza poterlo disputare.

La nazionale dei Dragoni è inserita nel Gruppo F con Argentina, Iran e Nigeria. Il suo sarà un debutto di fuoco il prossimo 16 giugno contro l’albiceleste. Disputerà la seconda sfida il 22 giugno contro la Nigeria, mentre la terza gara è in programma il 25 giugno contro l’Iran.

La Bosnia dovrebbe giocare con il 4-4-2 a rombo che cerca di esaltarne le qualità offensive. Uomo simbolo della nazionale dei Dragoni è Edin Dzeko, bomber del Manchester City. Lui ha vissuto sulla pelle la tragedia della guerra che, negli anni 90, ha coinvolto la sua terra.  Oltre all’attaccante dei Citizien va rimarcato anche il centravanti dello Stoccarda, Vedad Ibisevic. Altro elemento di spicco è Miralem Pjanic, fenomenale centrocampista della Roma. Da sottolineare anche la presenza di Senad Lulic, esterno della Lazio. Questi sono i due rappresentanti del nostro calcio nella nazionale guidata dal c.t. Safet Susic, squadra dotata anche di uomini di esperienza come il difensore centrale del Bayer Leverkusen, Emir Spahic.

Ecco l’elenco:

Portieri: Asmir Begovic (Stoke City), Jasmin Fejzic (Aalen), Asmir Avdukic (Borac Banja Luka)

Difensori: Emir Spahic (Bayer 04 Leverkusen), Toni Sunjic (Zorya Lugansk), Sead Kolasinac (Schalke 04), Ognjen Vranjes (Elazigspor), Ermin Bicakcic (Eintracht Braunschweig), Muhamed Besic (Ferencvaros)

Centocampisti: Miralem Pjanic (Roma), Izet Hajrovic (Galatasaray), Mensur Mujdza (Freiburg), Haris Medunjanin (Gaziantepspor), Senad Lulic (Lazio), Anel Hadzic (Sturm Graz), Tino Sven Susic (Hajduk Split), Sejad Salihovic (Hoffenheim), Zvjezdan Misimovic (Guizhou Rehne), Senijad Ibricic (Erciyespor), Avdija Vršajevic (Hajduk Split)

Attaccanti: Vedad Ibisevic (Stoccarda), Edin Džeko (Manchester City), Edin Visca (Istanbul BB)

All.: Safet Susic

LEGGI ANCHE:

i convocati dell’Argentina per il Mondiale 2014

le pagelle di Italia-Lussemburgo

Neymar gol pazzesco: la rete più difficile e originale della carriera, ma con un “aiutino”