“Ho nostalgia dell’Italia, è fuori dubbio”. Antonio Conte, vicino all’Inter in estate, non si dà ancora per vinto e spera nel ritorno a casa.

Italia nel cuore

“Non c’è nella mia testa di rimanere all’estero per tanto tempo – ha dichiarato l’attuale tecnico del Chelsea a Radio Anch’io Sport -. L’Italia è il mio Paese, tornerò, non so fra quanto ma l’obiettivo è quello anche se è stato molto bello vincere con il Chelsea, anche perché l’anno prima le cose non erano andate benissimo e la squadra era arrivata decima in classifica. Vincere al primo tentativo è sempre difficile e per me era la prima esperienza all’estero, mi ha arricchito molto e mi sta migliorando sotto tanti punti di vista”. Le barriere non sono state comunque poche: “In Italia sei in una zona di comfort come lingua, modo di vivere, abitudini, preparazione e andare all’estero non è semplice. Non è semplice portare la propria idea di calcio, il proprio metodo: devi confrontarti con una lingua diversa e questo comporta uno spreco di energia notevole. Di contro allo stadio trovi un ambiente positivo, c’è un’atmosfera incredibile e i tifosi vengono per vivere un evento, una festa. Al di là del risultato, conta che il calciatore dia tutto per la maglia, poi retrocessione o no sono pronti ad applaudire”.

Aperta la corsa Scudetto

Conte si sofferma dunque sul campionato italiano, a partire dalla novità Var: “Negli ultimi due turni di campionato l’utilizzo della Var è stato fatto nella maniera giusta, senza perdite di tempo e dando dei buoni frutti. Dare correttezza è sempre la cosa migliore. L’Italia sta facendo da apripista per un cambiamento importante e penso che nel futuro ci sarà uniformità ed entrerà in tutti i campionati. Utilizzata nella giusta maniera come si sta facendo adesso in Italia, la trovo positiva”. La corsa per il titolo di campione d’Italia non è ovvia: “Il Napoli negli ultimi anni sta cercando di dare problemi alla Juventus e vincere il campionato. Sta migliorando molto: lavorando negli anni si riesce a migliorare la propria squadra e aumentare la qualità della rosa. Il Napoli sta operando in questa maniera e sta facendo bene con Sarri”.

L’Italia volerà ai Mondiali

E neanche la Roma va presa sotto gamba, inserita nello stesso gruppo di Champions: “Noi favoriti? La Roma ha tutte le carte in regola per andare avanti. Non penso siamo stati fortunati nel sorteggio: l’Atletico Madrid ha esperienza e una rosa importante. Noi dopo un anno sabbatico siamo tornati con molto entusiasmo. La Roma la conosco benissimo. È una squadra che potrà fare benissimo anche in Champions e dobbiamo prestargli molta attenzione. Infine, nessun dubbio che l’Italia staccherà il pass per Russia 2018: “Nessuna, non ho il minimo dubbio. Si andrà agli spareggi e non ci saranno assolutamente problemi”.