Accantonato il beffardo pareggio maturato in campionato a San Siro contro l’Inter, il Napoli volta pagina per preparare il match che lo vedrà protagonista giovedì prossimo in Europa. Sono proseguiti infatti gli allenamenti a Castel Volturno.

Seduta mattutina al Centro Tecnico. La squadra partenopea ha svolto riscaldamento e allenamento tecnico tattico. Successivamente il gruppo si è diviso: corsa sul perimetro per coloro che hanno giocato a Milano; lavoro tecnico per i restanti uomini della rosa, con esercitazioni cross e tiro e schemi attacco contro difesa.

Gargano, dopo il recente infortunio allo zigomo, ha svolto allenamento differenziato. Non sarà del match Miguel Angel Britos, uscito dal campo di San Siro con un affaticamento muscolare e non presente nella lista dei convocati diramata questa mattina: Rafael, Andujar, Contini, Maggio, Mesto, Albiol, Henrique, Koulibaly, Ghoulam, David Lopez, Inler, Jorginho, De Guzman, Callejon, Insigne, Hamsik, Mertens, Michu, Duvan, Higuain.

All’allenamento ha assistito anche Antonio Conte (foto by Infophoto), presente oggi a Castel Volturno. L’ex allenatore della Juventus e attuale Ct della Nazionale si è intrattenuto a parlare con Rafa Benitez.

In vista dei prossimi appuntamenti che vedranno il Napoli impegnato nuovamente in un tour de force, si starebbe pensando ad un turnover. Spazio quindi a chi ha giocato meno, ma senza strafare. I vari reparti dovrebbero essere toccati in modo non eccessivo a partire dalla porta dove, salvo clamorose sorprese, dovrebbe assistersi alla riconferma di Rafael. E’ prevista qualche novità in difesa, con Henrique, Maggio e Ghoulam pronti a tornare in campo dal primo minuto. Unico superstite nel reparto arretrato dovrebbe essere Koulibaly, ormai titolare inamovibile.

A centrocampo spazio a Jorginho accanto a David Lopez. In attacco fibrillazione per De Guzman, al quale Benitez potrebbe concedere una chance. Probabile l’inserimento di Mertens dal primo minuto e di Michu nel ruolo di rifinitore dietro Duvan Zapata. L’attaccante colombiano potrebbe prendere il posto di Higuain, sempre più alla caccia di un gol e per questo troppo nervoso.