Tre giorni dopo aver festeggiato gli splendidi 40 anni di SuperPippo Inzaghi, è il turno di un altro centravanti rossonero dal nome fumettoso: Mario Balotelli (foto by InfoPhoto) compie 23 anni, proprio nel giorno in cui, insieme ad altri milanisti azzurrabili, raggiunge a Roma il ritiro congiunto di Italia e Argentina, che mercoledì sera si sfideranno per la più papesca delle amichevoli. Prima del faccia a faccia con Leo Messi, tuttavia, è in programma un incontro di tutt’altro genere, quello con Sua Santità il vescovo di Roma, cosa che emoziona Balotelli quanto una serata al teatro dei burattini:

Sono felice di poter incontrare il Papa. Mi sembra davvero una brava persona. Dai, spero che mi faccia anche gli auguri. Cosa gli dirò? Gli dirò quello che penso. L’udienza è più emozionante della gara contro l’Argentina? No, per me no, ma la religione è importante. E’ il regalo più bello? Il regalo più bello me lo fanno i miei genitori”

A proposito della Pulce Mannara, non si sono ancora sciolti i dubbi in merito alla sua presenza in campo: il leggero affaticamento al quadricipite della gamba sinistra, infatti, potrebbe tenerlo fuori a scopo precauzionale. Domenica prossima inizia la Liga e il Barcellona vale più di una messa.