Alle 22.00 ora italiana, allo Stadio Maracana di Rio de Janerio, la Colombia sfiderà l‘Uruguay in una gara valida per gli ottavi di finale dei Mondiali 2014. Invece della Celeste potevamo esserci noi, ma la sciagurata sconfitta contro la nazionale di Tabarez ce lo ha impedito (leggi qui). La vincente di questo ottavo di finale sfiderà la nazionale che avrà la meglio nel match tra Brasile e Cile.

Tra i Cafeteros e la Celeste ci sono ben 14 precedenti. Il bilancio è in favore dell’Uruguay che ha conquistato 8 vittorie, racimolato 2 pareggi e subito 4 sconfitte. Tra queste squadre esiste un solo scontro testa a testa ai Mondiali. E’ il primo della storia delle due compagini. Era il 1962 e in Cile la Celeste si impose 2-1. Andarono a segno Sasia, Luis Cubilla (Uruguay) e Zuluaga (Colombia). L’incrocio più recente risale al settembre 2013 quando le due nazionali si affrontarono nelle qualificazioni per i Mondiali 2014. I ragazzi guidati da Tabarez ebbero la meglio e vinsero 2-0 grazie ai centri di Cavani e Stuani. Quella gara fu fondamentale per le speranze uruguaiane di approdare in Brasile.

I Cafeteros arrivano alla sfida odierna dopo un esaltante cammino nella fase a Gruppi. Gli uomini di Pekerman hanno conquistato 9 punti e chiuso in testa il loro girone davanti alla Grecia qualificata come seconda, alla Costa d’Avorio e al Giappone. La Colombia ha sconfitto 3-0 gli ellenici, 2-1 gli ivoriani e 4-1 i Samurai Blu. Fino ad ora la Colombia non ha deluso le aspettative dei suoi tifosi e di coloro che l’avevano indicata come una delle rivelazioni positive del torneo. Cuadrado e James Rodriguez hanno incantato con giocate fantastiche, assist e gol. L’Uruguay, invece, ha avuto un cammino più complesso. La Celeste è approdata agli ottavi di finale grazie alla seconda piazza ottenuta nel Gruppo D, girone che comprendeva anche l’Italia. Dopo la sconfitta 3-1 contro la Costa Rica, i ragazzi di Tabarez hanno battuto 2-1 l’Inghilterra e domato 1-0 la nostra nazionale agganciando la qualificazione in extremis. La loro famosa ‘garra chaurra’ che li ha trascinati contro l’Italia fino agli ottavi, li accompagnerà anche questa sera. Pesantissima l’assenza di Luis Suarez. Dopo il morso rifilato a Giorgio Chiellini nella sfida contro gli azzurri, il Pistolero Dracula ha già chiuso il suo Mondiale. La Fifa gli ha comminato una squalifica di 9 partite internazionali e di 4 mesi lontano da qualsiasi manifestazione calcistica. Inoltre dovrà pagare una multa di 100.000 franchi svizzeri (leggi qui). Tutto l’Uruguay si è schierato dalla parte del giocatore che al rientro in patria è stato accolto come un eroe.

Pekerman dovrebbe schierare la Colombia con il 4-2-3-1. Tra i pali ci sarà Ospina. In difesa potrebbe agire un quartetto composto da Zuniga, Zapata, Yepes e Armero. Davanti a loro dovrebbero esserci Sanchez e Aguilar. Dietro all’unica punta Jackson Martinez potrebbe esserci un terzetto con Cuadrado, il fenomenale James Rodriguez e Ibarbo. Tabarez, che dovrà fare a meno dell’indisponibile Lugano e dello squalificato Suarez,  dovrebbe rispondere con il 4-3-1-2. Davanti a Muslera il pacchetto arretrato dovrebbe essere formato da Caceres, Gimenez, Godin e Alvaro Pereira. Davanti a loro potrebbe esserci spazio per A. Gonzalez, Arevalo Rios e C. Rodriguez. Lodeiro dovrebbe agire dietro alle punte Cavani e chi vincerà il ballottaggio tra Stuani e ‘nonno’ Forlan, che potrebbe giocare la sua ultima gara a un Mondiale. Non è assolutamente escluso l’utilizzo del 4-4-2. Dirigerà la gara l’olandese Kuipers.

Colombia (4-2-3-1): Ospina, Zuniga, Zapata, Yepes, Armero, Sanchez, Aguilar, Cuadrado, James Rodriguez, Ibarbo, Jackson Martinez. All Pekerman

Uruguay (4-3-1-2): Muslera, Caceres, Gimenez, Godin, Alavro Pereira, A. Gonzalez, Arevalo Rios, C. Rodriguez, Lodeiro, Cavani, Forlan. All Tabarez

[polldaddy poll="8113584"]