Il club più titolato al mondo“, recita l’improvvida patch che da qualche anno campeggia ad altezza cuore sulle casacche del Milan, voluta fortemente da Adriano Galliani per blandire tifosi e sponsor in attesa che finisca questa lunga era glaciale milanista. Un’onorificenza autoreferenziale quanto inutile, che ai più sardonici tra noi avrà ricordato i titoli che si appioppava Idi Amin Dada (“Sua Eccellenza il Presidente a vita, Feldmaresciallo Al Hadji Dottor Idi Amin, Signore di Tutte le Bestie della Terra e dei Pesci del Mare e Conquistatore dell’Impero britannico, in Africa in Generale e in Uganda in Particolare“), e che comunque ora non ha più motivo di essere, visto che gli egiziani dell’Al Ahly, forse anche loro nipoti di Mubarak, hanno appena vinto la Supercoppa africana e hanno scavalcato il Milan e il Boca Juniors nella speciale classifica di trofei internazionali.

Brutta storia, per l’amministratore delegato rossonero e per i suoi fidati collaboratori dell’ufficio stampa, che su questa contabilità intessuta nella lana caprina ci avevano costruito parte della zoppicante mitologia del club rossonero, trasformandola nel claim ufficiale del club (vedasi www.acmilan.com, con lo slogan tradotto in tutte le lingue del mondo); come se non fosse del tutto ovvio che, visto l’andazzo del Milan, era questione di tempo prima che qualcuno operasse il sorpasso (ammesso che a questo qualcuno possa fregargliene davvero di un titolo che non esiste, e ne dubitiamo). D’accordo, conoscendo i nostri pollastri, potrebbero sempre sostituire l’antica dicitura con un “il club europeo più titolato al mondo” o qualcosa del genere. Ma forse sarebbe più salutare per tutti rassegnarsi al fatto che il passato, nemmeno il più glorioso, non resuscita, neanche se si prova a immergerlo nel natron come la carcassa di un faraone (a proposito di egiziani), e che è senz’altro il caso di iniziare a guardare al Milan che verrà, per quel che potrà essere, e volergli bene ugualmente, per quel che potrà essere.

LEGGI ANCHE:

Le pagelle di Milan-Atletico Madrid

Milan primo anche nella classifica delle fanfaronate

La maglia del Milan 2013-2014