Il Closing Milan rinviato ancora. Incredibile, ma tremendamente vero, neanche dopodomani 3 marzo è il giorno giusto per il definitivo passaggio della maggioranza del pacchetto azionario del club rossonero nelle mani della cordata cinese. A sorpresa, i 100 milioni di euro che erano attesi in queste ore (e che avrebbero portato a 300 il totale dei milioni sborsati dai potenziali acquirenti).

Non si contano più i rinvii della cessione del club. La data buona doveva essere già il 7 dicembre. Niente da fare. Rinvio al 3 marzo. Ma anche stavolta il closing non avrà luogo.

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, il nuovo rinvio è da ricondurre al dissolvimento di due soci che avrebbero dovuto sborsare i 100 milioni.

Proprio ieri erano comparsi il nome di due personaggi, che insieme a Marco Fassone, avrebbero dato credibilità al nuovo consiglio d’amministrazione ed all’intera operazione. Marco Patuano, ex ad di Telecom Italia attualmente alla Holding della famiglia Benetton, e Roberto Cappelli, con esperienza nel calcio perché ex presidente interim della Roma, avvocato e uomo di fiducia di Unicredit.