Clemente Russo è il nuovo Campione del Mondo dei 91 Kg. Tatanka nella finalissima dei pesi Massimi ha battuto 3-0 (29-28; 29-28; 29-28) il russo Tischenko, conquistando così la medaglia d’oro alla XVII Edizione degli AIBA WORLD BOXING CHAMPIONSHIPS. Per Russo questo è il secondo oro Mondiale dopo quello della Kermesse iridata di Chicago nel 2007.

Sul ring della Baluan Sholak Palace of Culture di Almaty, dove si sono disputate le finali che hanno visto il Kazakhstan farla da padrone con 4 ori sui 10 in palio, il Bi-Argento Olimpico e – da ora in poi – Bi Campione Mondiale ha dominato le prime due riprese agevolmente, cosa che gli ha consentito di accumulare un vantaggio incolmabile per il pur forte Tischenko, che non è mai riuscito a evitare i colpi del nostro Tatanka. Nella terza – che i giudici hanno assegnato al russo – Clemente Russo si è limitato a controllare l’avversario. Grandissima emozone per lui e per tutti gli amanti della Noble Art nel momento della cerimonia di premiazione, officiata per l’occasione dal Vice Presidente AIBA, Presidente EUBC e Presidente Onorario FPI Franco Falcinelli, quando all’interno del Baluan Sholak Palace sono risuonate le note dell’inno di Mameli, straordianria colonna sonora per questo straordinario risultato che Russo ha regalato alla Noble Art Italiana. L’Italia conclude questo Mondiale con un eccellente bottino fatto di un oro (Russo) e i due Bronzi di Valentino nei 60 Kg e Cammarelle nei +91 KG. L’Italia chiude al quinto posto nel medagliere questo Mondiale alle spalle del Kazakhstan, Cuba, Azerbaijan e Russia.