Djibril Cissé, ex attaccante della Lazio, è stato arrestato. L’accusa è quella di tentata estorsione ai danni di Mathieu Valbuena, calciatore del Lione.

Cissé e altri tre complici sarebbero entrati in possesso di un video a luci rosse con protagonisti Valbuena e la compagna e avrebbero chiesto soldi al calciatore in cambio della non divulgazione del filmato.

Cissé si sarebbe difeso dicendo di essere stato in buona fede.I legali sono ottimisti sul fatto che l’ex attaccante della nazionale francese esca alla fine pulito dalla vicenda.

Non è la prima volta che Djibril Cissé ha guai giudiziari. Nel 2009 fu arrestato per aver aggredito una donna all’esterno di un locale di lap dance Newcastle. Cissé fu rilasciato in seguito alpagamento di una cauzione.

Nel 2005 il suo nome finì sui tabloid per aver picchiato un quindicenne, nel 2006 fu accusato di aver picchiato la moglie incinta.

Djibril Cissé è nato ad Arles il 12 agosto 1981. Cresciuto nell’Auxerre, club in cui ha esordito in Ligue 1, si trasferì al Liverpool nel 2004. Successivamente, la carriera lo ha portato ad indossare le maglie di Olympique Marsiglia, Sunbderland, Panathinaikos, Lazio (18 presenze ed 1 gol in biancoceleste), QPR, Al-Gharafa Al-Gharafa, Kuban’ e Bastia.

Cissè ha iniziato questa stagione in una squadra di dilettanti,per poi interrompere l’avventura a causa dei tanti infortuni che lo hanno tormentato.

Djibril Cissé ha collezionato 41 presenze e 9 reti con la maglia della nazionale francese.

In carriera ha vinto una Champions league con il Liverpool di Benitez, strappandola, nel 2005, al Milan di Ancelotti nella tristemente nota, per i colori rossoneri, finale di Istanbul.