Christof Innerhofer è stato protagonista di un’incredibile e sfortunata discesa nella libera di Santa Caterina Valfurva, valida per la Coppa del Mondo di sci alpino. Il 31enne altoatesino, autore del miglior tempo nell’ultima prova cronometrata e uno dei favoriti, è partito con il pettorale numero 3 e dopo circa 45″ ha abbattuto una porta del percorso a 120 km/h nel tentativo di correggere la linea. Sfortunatamente un paletto (insieme al drappo rosso) è rimasto incastrato nella tuta sulla schiena mentre la maschera gli è scesa sugli occhi limitandone molto la visibilità. Nell’impatto l’azzurro ha ovviamente preso una gran botta alla testa e al naso che ha pure leggermente sanguinato.

Come se non bastasse dopo pochi secondi Christof Innerhofer ha dovuto effettuare uno dei salti più importanti della prova per poi dedicarsi alla lotta per rimettersi a posto la maschera e liberarsi da palo e bandierina. Missione compiuta solo in parte perchè se il primo è rimasto attacco alla sua schiena per circa una trentina di secondi, il velocista azzurro si è dovuto portare il drappo rosso fino al traguardo, tagliato con un ottimo tempo (1’48″51) nonostante la disavventura. Per alcuni minuti ha sognato addirittura il podio, sfumato per soli 7 centesimi.

Alla fine Innerhofer ha chiuso la gara al quarto posto ma senza questo bizzarro episodio (dopo quello del drone precipitato a un soffio da Hirscher a Campiglio), Innerhofer avrebbe quasi sicuramente conquistato la discesa che invece è andata al francese Theaux davanti all’austriaco Reichelt e all’altro transalpino Poisson. La gara di Santa Caterina Valfurva, sui mille metri di dislivello della pista intitolata a Deborah Compagnoni, ha regalato spettacolo facendo diverse vittime illustri come il norvegese Kilde che ha perso uno sci e il ceco Bank ma anche agli altri italiani non è andata granchè bene: Peter Fill e Dominik Paris sono usciti mentre Werner Heel ha chiuso 12esimo in 1’49″20. Fuori dalle prime 25 posizioni anche Siegmar Klotz e Silvano Varettoni. Il prossimo appuntamento della Coppa del Mondo maschile è sempre a Santa Caterina il prossimo 6 gennaio con lo slalom speciale che sostituisce quello cancellato a Zagabria per mancanza di neve.

Il video di Christof Innerhofer e dell’incredibile discesa con un palo sulla schiena