Nella serata degli addii e dei ricordi sono proprio gli ex di turno a farla da padrona: il Chievo batte l’Inter grazie ad una doppietta di Obinna che capovolge il risultato dopo la rete nerazzurra firmata da Andreolli. Partita dal sapore nostalgico per la squadra di Mazzarri con Zanetti, Milito, Cambiasso (foto by Infophoto) e Samuel per l’ultima volta in campo in maglia Inter. Il Chievo invece festeggia la matematica salvezza raggiunta la settimana scorsa con una vittoria di prestigio, frutto di una volontà maggiore nel cercare i 3 punti. L’Inter ha disputato una classica partita di fine stagione con ritmi bassi e poca voglia di aggredire l’avversario. La conquista settimana scorsa del posto valevole per l’Europa (leggi qui la cronaca della partita contro la Lazio) ha regalato una partita dai ritmi blandi, dove gli allenatori hanno potuto schierare i giocatori meno utilizzati durante il campionato. Una match deciso dagli ex di turno, come a ricordare i tempi in cui la vecchia guardia argentina regalava gioie e trofei ai nerazzurri. Il campionato chiude i battenti, l’Inter è pronta a ricominciare: sarà un’estate calda e ricca di sorprese per la Beneamata che porterà molti volti nuovi pronti a rilanciare un club che negli ultimi anni ha disputato campionati ben al di sotto delle aspettative dei tifosi.

Mazzarri decide di schierare Cambiasso (leggi qui le parole di Ausilio) in difesa, mentre sceglie Botta per supportare l’unica punta Milito. Corini invece lancia Lazarevic dal 1′ minuto lasciando in panchina Thereau. Inizia il match e si capisce sin da subito che non sarà una partita da ricordare negli almanacchi del calcio. Il Chievo prova ad essere pericoloso ed al minuto 9 Paloschi colpisce la travesa con un colpo di testa. L’Inter si affaccia in area clivense solo al 14′ con Botta che da buona posizione spara alto. Al 29′ altro legno per i padroni di casa: Paloschi imbecca Lazarevic che lascia partire un diagonale rasoterra che si stampa sul palo. La partita regala poche emozioni ma al 40′ Andreolli sfrutta un pallone vagante in area clivense e con un potente tiro porta in vantaggio la Beneamata. L’arbitro fischia la fine del primo tempo e le squadre tornano negli spogliatoi in un classico clima sereno di fine stagione.

Il secondo tempo se possibile è ancora più noioso del primo, con le squadre che sembrano non veder l’ora di andare in vacanza. Il Chievo però non vuole salutare i suoi tifosi con una sconfitta, Corini decide di inserire l’ex nerazzurro Obinna e il nigeriano decide l’incontro: al minuto 72 insacca con un diagonale dove Carrizo non è esente da colpe mentre al minuto 89 fissa il risultato finale con un tiro che sorprende l’estremo difensore nerazzurro. La partita finisce e l’Inter può ufficialmente iniziare a pensare alla prossima stagione con la certezza di un ritorno in Europa fondamentale nel progetto di rilancio del club.