Una nuova tragedia scuote il mondo del calcio. E’ scomparso a soli 30 anni Cheick Tioté, centrocampista ivoriano ex Newcastle, colpito da un malore mentre si stava allenando col Beijing Enterprises, squadra della serie B cinese.

Il saluto commosso di colleghi e tecnici

In base alle informazioni raccolte dai media britannici, Tiotè ha avuto un collasso dopo la seduta. Portato in ospedale, i medici non sono riusciti ad evitare il decesso. “Che possa Allah accoglierti in paradiso, fratello”, il tweet commosso dell’ex compagno di squadra Demba Ba. “Dacché lo conosco è stato un vero professionista scrupoloso e, soprattutto, un grande uomo”, il commento di Rafa Benitez, che allenò Tioté ai Magpies. Vincent Kompany, che aveva militato insieme a Tioté in Belgio, lo ricorda come uno dei “migliori e forti compagni che abbia mai avuto”.

Il comunicato rilasciato dall’agente

“È con grande tristezza che confermo che il mio cliente, Cheik Tioté, è morto nella giornata di oggi dopo un malore in allenamento con il suo club, il Beijing Enterprises. Non possiamo dire di più al momento e chiediamo di rispettare la privacy della sua famiglia in questo difficile momento”. Queste le parole di Emanuele Palladino, agente del calciatore ivoriano.

Cheick Tioté: la sua breve carriera

Dopo aver intrapreso la sua carriera in Costa d’Avorio nel FC Bibo, Tioté era emigrato quindicenne in Europa per passare all’Anderlecht, dove era emerso. Poi il passaggio agli olandesi del Twente, prima di accettare la corte del Newcastle nel 2010 per 3.5 milioni di sterline. Tra le fila del club inglese ha giocato sette stagioni, disputando 139 partite di campionato e un solo, ma splendido, gol in Premier, realizzato nel 4-4 con l’Arsenal del febbraio 2011. L’approdo in Cina nel gennaio scorso. Per Tioté anche 52 presenze con la nazionale ivoriana, insieme alla quale ha vinto nel 2015 la Coppa d’Africa. Il prossimo 21 giugno Tioté avrebbe compiuto 31 anni.