Prima era un auspicio, poi una concreta possibilità e adesso c’è l’ufficialità Uefa: dalla stagione 2018/2019 la Serie A tornerà ad avere quattro rappresentanti in Champions League.

Aggiungi un posto a tavola

L’organismo europeo determina il ranking europeo in base ai risultati ottenuti dai club in Champions ed Europa League nel quinquennio agonistico, corrispondente in questo caso al periodo 2012/2017. E indipendentemente da come andrà la campagna europea della Juventus, unica portacolori rimasta, l’Italia chiuderà la stagione 2016-2017 tra le prime 4 nazioni del ranking. Un risultato importantissimo che consentirà alle Top 4 del campionato l’accesso alla fase diretta della Champions.

In compagnia di Spagna, Germania e Inghilterra

Anziché i preliminari che spesso sono costati l’eliminazione anticipata, la qualificazione ai gironi sarà un diritto acquisito. Stessa cosa accadrà in Spagna, Germania e Inghilterra. In quinta e sesta posizione, Francia e Russia (mai così in alto dal 2010) possederanno tre slot in Champions, di cui una dovrà passare attraverso i preliminari. Brutto scivolone per il Portogallo, che, quinto un anno fa, appartiene ora al gruppo “dal 7° al 10° posto”: lusitani, ucraini, belgi e turchi presenteranno una sola rappresentante ai gironi e una ai preliminari. Le squadre campioni di Repubblica Ceca e Svizzera, rispettivamente all’11° e 12° posto, avranno invece il pass a un posto negli spareggi nonché a un posto nella fase a gironi dell’Europa League.

Ranking dei club: Real Madrid primo, Juventus tra le prime cinque

Relativamente ai club, nella prossima stagione il Real Madrid continuerà a guardare tutte dall’altro, davanti al Bayern Monaco con più di dieci punti di vantaggio, mentre Barcellona, Atlético Madrid e Juventus chiudono la Top 5. Tra le squadre che hanno scalato più posizioni c’è il Monaco (balzato dal 58esimo al 32esimo posto al termine della passata stagione) e il Leicester City, new entry al 56esimo.