Dopo il buon risultato dell’andata dei playoff, l’1-1 all’Estadio do Dragão, la Roma riceve in serata all’Olimpico il Porto di Nuno Espirito Santo nella gara decisiva per l’accesso alla fase a gironi di Champions League. Obiettivo assolutamente da non fallire perché oltre al prestigio ci sono tanti soldi in ballo che possono determinare scelte e direzioni tali da condizionare un’intera stagione. E la Roma quest’anno vuole essere là nel pantheon delle grandissime sia in campo nazionale che internazionale. Luciano Spalletti a tal proposito è stato chiarissimo in conferenza stampa, esordendo così: “Aspettiamo questa partita da 8 mesi, non possiamo fallire“.

Lo stato delle cose a Trigoria può trarre vantaggio da due elementi molto positivi: la vittoria casalinga netta (4-0 contro l’Udinese) nella prima di campionato e il recupero di Manolas dopo le noie all’adduttore che lo avevano costretto a lasciare il campo sabato scorso nella gara d’esordio della Serie A 2016-2017. Potrebbe esserci Allison tra i pali per la sua prima apparizione ufficiale in giallorosso con Manolas e Juan Jesus centrali (Vermaelen è squalificato in seguito all’espulsione nella gara d’andata) e Bruno Peres e Emerson sull’esterno. A centrocampo torna De Rossi, insieme agli inamovibili Strootman e Nainggolan. Davanti il tridente delle meraviglie Salah, Dzeko e Perotti.

Anche al Porto le cose stanno andando bene nell’inizio della Lega portoghese con due vittorie nelle prime due partite. Probabile 4-3-3 anche per Nuno Espirito Santo che per l’occasione schiera Felipe e Marcano centrali difensivi davanti a Casillas e Maxi Pereira e Alex Telles nel ruolo di terzini. A centrocampo si farà sentire la presenza di Danilo, insieme a Herrera e André André mentre la triade offensiva sarà composta da Otavio e Corona (ma il tecnico lusitano potrebbe optare anche per Adrian Lopez) sull’esterno alto e André Silva, a segno all’andata e in campionato, come punto di riferimento più avanzato dell’attacco portoghese.

Roma (4-3-3): Allison; Bruno Peres, Manolas, Juan Jesus, Emerson; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Salah, Džeko, Perotti. All.: Spalletti.

Porto (4-3-3): Casillas; Maxi Pereira, Felipe, Marcano, Alex Telles; Danilo, André André, Herrera; Otávio, André Silva, Corona. All.: Nuno Espirito Santo.