Il rocambolesco pareggio della Roma con il CSKA e la vittoria in rimonta del Manchester City contro il Bayern Monaco hanno reso più interessanti che mai i giochi nel Gruppo E della Champions League 2014/15.

Il gol di Vasilij Berezutski, arrivato a una manciata di secondi dal fischio finale, ha riportato con i piedi per terra i giallorossi, fino a quel momento certi del passaggio del turno con il secondo posto matematico nel girone. Totti e compagni dovranno invece giocarsela nell’ultimo e decisivo incontro dell’Olimpico contro il Manchester City, che ieri sera ha dimostrato di poter contare su un Aguero decisivo e in grado di fare la differenza in ogni momento.

La classifica del Gruppo E vede al momento il Bayern Monaco al primo posto con 12 punti, mentre Roma, Manchester City e CSKA Mosca sono in perfetto equilibrio con 5 punti ciascuno. I tedeschi, ormai qualificati e sicuri del primato, se la vedranno nell’ultimo turno in casa contro i russi, lasciando all’incontro tra giallorossi e citizens il sapore di uno scontro diretto che sa tanto di spareggio.

Gli uomini di Rudi Garcia si avvicinano alla partita forti della miglior classifica avulsa e hanno quindi la possibilità di non essere condizionati dal risultato dell’incontro tra Bayern e CSKA, ma a patto che all’Olimpico arrivi una vittoria contro un Manchester City per il quale una sconfitta significherebbe l’addio alle coppe europee per questa stagione, senza la possibilità di essere ripescato in Europa League come terzo classificato nel girone.

Per la Roma potrebbe anche andare bene un pareggio per 0-0, ma in questo caso sarebbe fondamentale che il CSKA non vincesse in Germania contro il Bayern Monaco, perché in caso contrario ad andare avanti sarebbero i russi, con i capitolini in Europa League. Un pareggio con gol richiederebbe invece un punteggio di parità tra bavaresi e moscoviti, i quali, vincendo, manderebbero nella seconda competizione europea il City, facendo fuori la Roma.

Una sconfitta contro gli uomini di Pellegrini comporterebbe chiaramente l’uscita dalla Champions per la compagine romanista, che potrebbe sperare a quel punto unicamente nell’Europa League e solo in caso di vittoria del Bayern.