E’ finita 0-2 la sfida di Champions League Porto-Juventus, gara d’andata degli ottavi di finale. La formazione bianconera, priva di Leonardo Bonucci lasciato in tribuna dal tecnico Massimiliano Allegri quale punizione per comportamenti non professionali, ha concluso la pratica del Dragao grazie alle reti di Pjaca e Alex Sandro.

Porto-Juventus, la cronaca

La chiave di volta del match sono state le due ammonizioni per due falli stupidi commessi dall’ex Inter Alex Telles intorno alla mezz’ora di gioco. Arbitro che non ha potuto fare altro che ammonire a due riprese il giocatore a lasciare, di conseguenza, il Porto in dieci uomini. Per la Juventus, da lì, tutto molto più semplice: portoghesi sfiancati con il giro palla, quarta vittoria esterna consecutiva in Champions.

In gol Pjaca e Alex Sandro

Marko Pjaca ha messo a segno la sua prima rete con la Juventus: il croato non aveva incantato nelle due partite giocate da titolare a Crotone e con il Palermo, ma questa volta va a segno appena entrato con la freddezza sotto porta del campione. Allegri ha azzeccato tutte le scelte. Bonucci in tribuna, Buffon non ha preso gol e non è stato mai impegnato. Il 2-0, poi, di Alex Sandro lancia di fatto la Juventus nei quarti di finale di Champions League.

Il tabellino del match

PORTO-JUVENTUS 0-2 (primo tempo 0-0)
MARCATORI: 27′ Pjaca, 29′ st Dani Alves
PORTO (4-1-3-2): Iker Casillas; Maxi Pereira, Felipe, Marcano, Alex Telles; Danilo; Herrera, Ruben Neves (16′st Corona), Brahimi (28′st Diogo Jota); André Silva (30′pt Layun), Soares. (José Sá, Boly, André André, Oliver Torres). All. Espirito Santo.
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner (28′st Dani Alves), Barzagli, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado (22′st Pjaca), Dybala (40′st Marchisio), Mandzukic; Higuain. (Neto, Asamoah, Benatia, Rugani) All. Allegri.
ARBITRO: Brych (Germania)
NOTE: espulso al 27′pt Alex Telles per doppia ammonizione. Ammoniti Maxi Pereira, Lichtsteiner, Herrera, Marcano. Angoli: 7-1 per la Juventus. Recupero: 2′ pt; 2′ st.