Higuain, Higuain. 2-0 al Monaco e la Juve è già proiettata a Cardiff. Lì dove i bianconeri dovranno vedersela col Real Madrid, l’ex squadra del Pipita.

Una coppia che “spacca”

Atteso al varco, Allegri propende per una maggiore copertura. Anziché Cuadrado gioca Barzagli, mentre Dani Alves si colloca come esterno alto. Ed il caro vecchio Max ha ragione a diffidare del Monaco. Tra il 16′ e il 19′ Buffon è costretto a vestire i panni di Superman per negare il gol prima Mbappé, dunque a Falcao. Resiste l’imbattibilità europea, poi al minuto 29 i campioni d’Italia passano con Gonzalo. L’1-0 getta nello sconforto a padroni di casa, che rispondono comunque con energia e imprevedibilità. Minaccia contro cui Bonucci e compagni hanno il miglior antidoto, quel misto di esperienza e cinismo che ai rivali manca.

Juventus: è (anche) la notte di Dani Alves

Mossa decisiva il posizionamento di Dani Alves in attacco. Il raddoppio di Higuain, al 59′, comincia con una palla rubata dall’ex Barcellona, che poi crossa sul secondo palo per l’argentino. Nel forcing finale del Monaco c’è spazio per una nuova prodezza di Buffon, strepitoso nel deviare l’incornata di Germain. Che pone fine a una serata magica. Appuntamento fra cinque giorni, quando alla Stadium la Juventus avrà il compito di chiudere il discorso qualificazione.

MONACO-JUVENTUS 0-2

Primo tempo 0-1

MARCATORE: Higuain al 29’ p.t e al 14’ s.t.
MONACO (4-4-2): Subasic; Dirar, Glik, Jemerson, Sidibé; Bernardo Silva (dal 36’ s.t. Almamy Touré), Fabinho, Bakayoko (dal 21’ s.t. Moutinho), Lemar (dal 21’ s.t. Germain); Falcao, Mbappé (De Sanctis, Raggi, Jorge, Cardona). All. Jardim.
JUVENTUS (3-4-2-1): Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Pjanic (dal 43’ s.t. Lemina), Marchisio (dal 36’ s.t. Rincon), Alex Sandro; Dybala, Mandzukic; Higuain (dal 32’ s.t. Cuadrado) (Neto, Benatia, Lichtsteiner, Asamoah). All. Allegri.
ARBITRO: Mateu Lahoz (Spa).
NOTE: spettatori 18.525. Ammoniti: Bonucci, Fabinho, Marchisio, Chiellini per gioco scorretto. Recuperi: 0’ p.t.; 3’ s.t.