Milan avanti dopo una sconfitta di misura in casa? Difficile, ma non impossibile: c’è infatti un precedente che alimenta qualche speranza di possibilità per i rossoneri.
Se saranno capaci di ribaltare lo 0-1 patito in casa contro l’Atletico Madrid, i ragazzi di Clarence Seedorf eguaglieranno il risultato della stagione 1955-56, quella del debutto assoluto nelle coppe.
Nell’allora Coppa Campioni, il Diavolo fu capace di andare a vincere 4-1 in casa del Saarbruecken (allora rappresentante della Saar, stato che oggi non esiste più) dopo aver perso 3-4 in casa.
Ci sono però altri 3 precedenti in cui, sconfitti di misura tra le mura amiche, i lombardi non ce l’hanno fatta.
Ci riferiamo agli 0-1 contro Barcellona e Tottenham (ad entrambi fece seguito un inutile 0-0 esterno) e al 2-3 con il Manchester United, bissato dal pesante 0-4 di Old Trafford. Si tratta di sfide relative alla Champiione League, tra il 2006 e il 2011, come si può vedere nel dettaglio.

Coppa dei Campioni/Champions League
1955-56 (Ottavi): Milan-Saarbruecken 3-4 e 4-1
2006-07 (Semifinali): Milan-Barcellona 0-1 e 0-0
2009-10 (Ottavi): Milan-Manchester Utd 2-3 e 0-4
2010-11 (Ottavi): Milan-Tottenham 0-1 e 0-0

Da notare che l’Atletico Madrid, quando ha vinto di misura in trasferta, non è mai stato eliminato.

Foto: Infophoto.

Così all’andata.

Rischio blackout italiano nelle coppe