Atletico Madrid-Bayern-Monaco 1-0 e Colchoneros che si aggiudicano la semifinale d’andata di Champions League, avvicinandosi alla seconda impresa di fila: eliminare un’altra grande d’Europa dopo aver già sconfitto il Barcellona.

A realizzare la rete della vittoria è stato Saul, gioiellino del vivaio biancorosso autore di una autentica prodezza.

Solita prova fatta d’impeto e pressing a togliere respiro alla manovra avversaria per la squadra di Simeone, che per l’occasione compone una difesa con Gimenez, al posto dell’indisponibile Godin, e Savic centrali. In attacco si rivede Torres.

Scelte incomprensibili quelle di Guardiola, che lascia a guadare sia Ribery che Muller, dando invece spazio a Coman con Lewandowski punta centrale.

L’Atletico lascia la manovra al Bayern Monaco, colpendo però al momento giusto. All’ 11′ Saul esalta il Vicente Calderon: tre avversari saltati e Neuer bucato con un tiro a giro di sinistro.

La reazione dei bavaresi è tutta in un colpo di testa di Vidal, deviato in calcio d’angolo da un colpo di testa sulla linea di Gabi. Sul finire di tempo l’Atletico potrebbe raddoppiare, ma Neuer è bravo su un contropiede concluso da Griezmann.

Bayern Monaco meglio nella ripresa. I tedeschi spingono sull’acceleratore e raccolgono due occasioni importanti: Alaba coglie la traversa con un tiro dalla distanza, Oblak salva su un colpo di testa di Martinez.

L’Atletico, però, c’è e non molla di un millimetro. Torres pareggia il conto dei legni colpendo il palo dopo assist di Griezmann, Guardiola si gioca male e tardi le carte Muller e Ribery. Finisce così: Atletico MAdrid-Bayern Monaco 1-0.

Il 3 maggio, all’Allianz Arena, servirà un altro Bayern per avere ragione di un Atletico Madrid sempre più lanciato verso quella che sarebbe la seconda finale Champions nelle ultime tre edizioni.