Clamorosa decisione dell’UEFA, che per i dettami del fair play finanziario ha deciso di squalificare per un anno il Malaga (foto by InfoPhoto) da tutte le competizioni europee, a causa dei mancati pagamenti dei debiti del club, comprese le pendenze nei confronti dei tesserati. La squalifica sarà attiva a partire dalla prossima stagione (dunque, nessun pericolo per la regolarità della presente edizione della Champions League), ma rischia di protrarsi più a lungo di un anno: se infatti il club non onorerà i suoi impegni entro il 31 marzo 2013, la squalifica salirà a due anni.

Un provvedimento esemplare, per il club che dal 2010 appartiene allo sceicco qatariota Abdullah Al-Thani, cugino dei proprietari del PSG, ma che negli ultimi mesi sta conoscendo una crisi senza fine, a causa della chiusura dei rubinetti da parte dello sceicco stesso.