Si sta completando lo scacchiere con le squadre partecipanti alla prossima campagna europea.

Sono fondamentalmente tre le “chicche” proposte dalla Champions League 2013-14, ovvero gli spagnoli (o meglio: baschi) della Real Sociedad, i portoghesi del Paços Ferreira e i belgi dello Zulte Waregem.

La Real Sociedad aveva preso parte alla vecchia Coppa dei Campioni, visto che aveva vinto due volte il campionato negli anni 80, mentre mancava dalla Champions League dalla stagione 2003-04, quando era nel girone della Juventus.

Solo partecipazioni nelle altre coppe, invece, per le altre due.

Lo Zulte, che con il nome di Waregem affrontò il Milan negli anni 80, partirà dal terzo preliminare; Real e Paços dai playoff.

Tante novità assolute, invece, in Europa League, dove assisteremo all’anomalia di una squadra gallese (Swansea City) che rappresenterà l’Inghilterra e di una che ha la sedein Irlanda del Nord (il Derry City), ma che concorre per l’Eire.

C’è poi la formazione svedese del Gefle, solo undicesima nel campionato 2012, ma ammessa nelle coppe grazie alla regola del fair-play. Le altre due che sfruttano questi “inviti” sono il Tromsø (Norvegia) e il piccolo IFK Marienham (Finlandia), che proviene dalle Isole Åland.

Prima volta per i neocadetti del Wigan Athletic (Inghilterra), ma anche per il Pasching (Austria), che però era già stato in Coppa Uefa con il nome di Austria Kaernten.

Tra le altre novità abbiamo Estoril (Portogallo), Piast Gliwice (Polonia), Lokomotiva Zagabria (Croazia), Hødd (Norvegia), Chikura (Georgia) e un terzetto di club gallesi (Prestatyn Town, Airbus Uk, Bala Town) con l’ultimo che fa capo a un paesino di appena 1980 abitanti

E oper gli amanti del piccolo e delle cenerentole, segnaliamo che dal 2014-15 entrerà in scena anche Gibilterra, appena nominata 54ima federazione dell’Uefa.

Foto: Infophoto.