E’ sorprendentemente l’Italia – nonostante l’umiliante eliminazione del Napoli al cospetto dei cechi del Plzen – la nazione tra le “grandi” d’Europa, ad uscire col sorriso migliore nell’ultima tornata di gare in Champions ed Europa League.

Se fino a dicembre, il campo aveva detto che la Germania l’avrebbe fatta da padrona, stavolta si registra, in un colpo solo, l’eliminazione di tre squadre tedesche dal secondo torneo continentale: fuori infatti Hannover, Borussia Mönchengladbach e Bayer Leverkusen. Resta in corsa lo Stoccarda, che sfiderà la Lazio, mentre in Champions le cose sono andate un po’ meglio, visto che nelle tre trasferte di Bayern, Dortmund e Schalke 04 sono arrivate la vittoria dei primi e i pareggli delle altre due.

Così così’ l’Inghilterra, che perde il Liverpool dall’Europa League (fuori con lo Zenit), vede avanzare Tottenham, Chelsea e Newcastle United, spera nel Manchester United in Champions, ma trema per l’Arsenal (1-3 in casa col Bayern).

Non benissimo la Spagna: fuori l’Atletico Madrid dall’ex Coppa Uefa (con il Rubin Kazan), dove avanza il Levante, ma in Champions rischiano clamorosamente di uscire non solo Valencia e Malaga, ma addirittura Barcellona e Real Madrid.

La Francia rischia poi di restare col solo Psg da una parte e il Bordeaux dall’altra, mentre il Lione è tornato a casa.

Ecco perchè il quadruplo successo di Juventus, Milan, Lazio e Inter (10 reti all’attivo e nemmeno una al passivo) è senz’altro il miglior “score” di fine febbraio.

Foto: Infophoto.