Che fine hanno fatto i secondi, fantomatici, 100 milioni per l’acquisto del Milan? Niente paura, verranno versati nelle prossime ore.

BONIFICO

A riferirlo è Carlo Festa de Il Sole 24 Ore. Domani mattina in Asia, quando in Italia sarà ancora notte profonda, in uno dei principali gruppi bancari di Hong Kong partirà un bonifico internazionale. Con un clic saranno accreditati sul conto Fininvest di Unicredit, quello dove erano già arrivati i primi 100 milioni, gli ulteriori 100 milioni che la cordata Sino Europe Sports deve pagare alla holding di via Paleocapa per avere la proroga necessaria ad acquistare il Milan entro i primi giorni di marzo del prossimo anno con altri 320 milioni. Se tutto andrà secondo le attese, un alto funzionario di un gruppo di Hong Kong domattina procederà nella transazione, giusto in tempo perché i soldi arrivino tra i confini italiani prima dell’inizio dell’assemblea dei soci del Milan, cioè la Fininvest stessa. Al momento il bonifico non sarebbe ancora stato fatto, ma in ambienti vicini a Ses c’è fiducia sull’esecuzione. Condizionale ovviamente d’obbligo in un’operazione come questa, dove i colpi di scena sono all’ordine del giorno.

AUTORIZZAZIONI

In base a indiscrezioni raccolte tra ambienti vicini al governo di Pechino, la famosa lista, quella per la quale si attendono le autorizzazioni, sarebbe composta esclusivamente da banche e soggetti finanziari. Oltre a Yonghong Li e Haixia, nomi già certi, ci sarebbero la Huarong International, la Industrial Bank, la Bank of Guangzhou, la China Zheshang Bank. Queste ultime due entità, cioè la Bank of Guangzhou, la China Zheshang Bank, sono banche controllate da una municipalità e da una provincia, quella di Zheshang. Insomma, di fronte a nomi di questo tipo, è comprensibile che le autorizzazioni possano tardare ad arrivare. Coinvolto, anche se indirettamente, lo Stato cinese, ma sono collegate anche a città e province.