La Fininvest interviene con una nota ufficiale sulle trattative che potrebbero portare alla cessione di parte delle quote azionarie dell’Ac Milan.

Nelle ultime ore si era parlato di un interessamento da parte di un fondo inglese, di uno americano e di una cordata di tycoon cinesi e statunitensi.

Dunque Berlusconi starebbe guardando oltre mister Bee, dopo i continui rinvii dei closing? No, secondo il comunicato Fininvest, che se da un lato conferma contatti con diverse cordate, dall’altro ribadisce che in questo momento mister Bee resta in pole position per l’acquisizione del famoso 48% del club rossonero.

Questo il comunicato diffuso dalla Fininvest: “Da alcune settimane stanno tornando a fiorire sui media presunti scoop su fantomatiche intese relative agli assetti societari del Milan“.

“La Fininvest si vede quindi costretta ancora una volta a ribadire che, come più volte comunicato, parallelamente ai colloqui ancora in corso con mister Taechaboul è stato manifestato interesse per quote della società da parte di altri e autorevoli potenziali investitori. Con alcuni di loro sono in corso contatti, in fase assolutamente preliminare”.

“In ogni caso, non è mai stata in discussione la cessione di quote di maggioranza e la valutazione complessiva della società su cui si ragiona è in linea con le proposte di mister Bee. Sulle eventuali ipotesi formulate dai vari soggetti interessati la Fininvest, se del caso, si limiterà come sempre ad approfondimenti di tipo esclusivamente tecnico, senza entrare in altri ordini di considerazioni. Com’è ovvio, ogni valutazione e decisione relative al Milan e ai suoi assetti societari spettano unicamente al presidente Silvio Berlusconi”.