Ancora qualche giorno, tre o quattro al massimo, e la lunga vicenda della cessione Milan conoscerà finalmente il suo epilogo: senza voler spoilerare nulla a nessuno, anche perché non abbiamo la sfera di cristallo, possiamo già dire sin da subito che si tratterà di un happy ending in perfetto stile berluscon-hollywoodiano. Mr. Bee Taechaubol, come il deus ex machina del teatro greco, è apparso in città dall’alto, volando dalla sua Bangkok fino a Malpensa, per concludere le ultime chiacchiere con Fininvest e soprattutto per apporre lo svolazzo d’inchiostro sulle carte che lo renderanno proprietario del 48% dell’AC Milan. Secondo quanto riportato da Ansa, il broker thailandese si trova già in un hotel del centro di Milano e il primo incontro con il boss di Arcore potrebbe tenersi già nella giornata di oggi.

L’accordo siglato lo scorso 5 giugno a Villa San Martino prevede il versamento di circa 480 milioni di euro al momento delle firme, e in effetti Mr. Bee ha trascorso le ultime settimane facendo su e giù per la Cina, per sistemare i dettagli con i (misteriosi) componenti miliardari della sua cordata e incontrare nuovi possibili investitori interessati a entrare nel progetto. E’ anche possibile, come suggerisce la Gazzetta dello Sport, che il completamento dei pagamenti possa essere procrastinato di qualche settimana per questioni tecniche, ma in ogni caso non c’è da aver paura, l’affare non corre alcun rischio. Il nuovo cda, che potrebbe essere convocato settimana prossima, immediatamente dopo le firme, vedrà 3-5 nuovi membri in rappresentanza dei nuovi soci: confermatissimi Barbara Berlusconi e Adriano Galliani come amministratori delegati, mentre lo stesso Bee Taechaubol dovrebbe rivestire ufficialmente la carica di consigliere delegato per lo sviluppo commerciale in Asia.

Ultima considerazione: non è da escludere, conoscendo l’amore bambinesco di Silvio per gli ingressi trionfali, che questo sposalizio venga celebrato con un colpo a effetto. Quale modo migliore di sottolineare il ritorno in grande stile del Milan sullo scenario internazionale che un botto di mercato? Uno di quelli capaci di scuotere le coscienze anche dall’altra parte del globo, diciamo in Asia, diciamo esattamente dove vuole ruggire il nuovo Milan in salsa di soia? Uno come Zlatan Ibrahimovic, insomma?