Vidal, Pirlo, Marchisio e Pogba sono quattro campioni di cui dispone il cuore del centrocampo della Juventus. Analizzando lo stesso reparto delle altre squadre italiane parrebbe che nessuna di essa abbia una mediana così forte e ben assortita. Anche a livello europeo questo centrocampo potrebbe risultare uno dei più forti e meglio organizzati, soprattutto se si guarda in prospettiva, visti gli ampi margini di maturazione del francese classe 1993.

Grande merito deve essere attribuito all’attuale dirigenza bianconera che ha acquistato ben tre di questi  quattro giocatori con un esborso veramente minimo. Se si pensa al loro valere attuale, in particolare a quello del francese e del cileno, si percepisce la portata delle operazioni che Marotta e colleghi hanno condotto.

Arturo Vidal, che ha appena rinnovato il contratto con la Juventus legandosi al club fino al 2017 è un campione fantastico.  Conte ha detto: ‘Sono contento per i ragazzi che stanno rinnovando perché hanno meritato quello che gli viene riconosciuto.’ Per capire quanto il cileno sia importante in fase offensiva, basti pensare che in questa stagione è il capocannoniere della squadra con undici reti. I suoi inserimenti sono il terrore delle difese avversarie. Per comprendere le sue abilità difensive è sufficiente osservare il numero di contrasti vinti e di palloni recuperati nell’arco di un match. È un giocatore duttile e può essere utilizzato in molte posizioni. Insomma è fondamentale per la Juve. Quanto a Pirlo, inutile sottolinearne forza e genialità. A trentacinque anni continua a fornire prestazioni di livello eccelso e a dispensare giocate di una qualità straordinaria. La punizione contro il Napoli è solo un esempio della sua magnifica collezione. Pogba è semplicemente unico. Il Golden Boy 2013 è un fenomeno e Conte di lui  afferma: ‘Sono contento per il premio ricevuto da Paul. Ha tutte le potenzialità per crescere ancora’.Marchisio, oltre alle indiscutibili qualità tecniche, è prodotto della ‘cantera’ juventina e idolo dei tifosi. Tutto questo però non basterebbe se non venisse plasmato in maniera perfetta da Conte. I tre che scendono in campo compongono un terzetto perfettamente assortito, soprattutto quando c’è Pirlo.  Il bresciano ha ottime qualità di regia e gli altri sono devastanti negli inserimenti e nel recupero del pallone.

In sostanza gran parte della forza della Vecchia Signora deriva dalla sua sensazionale mediana. Le avversarie italiane possono vantare attacchi stellari (cosa che non manca anche alla Juve), ma contro un centrocampo come quella dei campioni d’Italia la sfida diventa davvero ardua. Se Vidal ha appena rinnovato il suo contratto e la situazione di Marchsio, in scadenza nel 2016, pare abbastanza tranquilla, ora è il turno di Pirlo (scadenza 2014) e Pogba (scadenza 2016, ma vicino al rinnovo), così la squadra di Conte non perderà neanche uno dei suoi campioni. A questo scopo risulta fondamentale anche il passaggio del turno in Champions League in grado di fornire introiti davvero importanti.   

A cura di Giovanni Battista Terenziani