Ormai non passa giorno senza che Edinson Cavani, dal ritiro brasiliano della sua nazionale, non rilasci qualche dichiarazione fumosa circa il suo futuro al Napoli, variazioni sul tema di “ho un contratto con il Napoli, il mio futuro non lo conosco, ma mi piacerebbe giocare al Real Madrid, al Manchester City, nei Chicago Bulls, alla McLaren, insomma ovunque tranne che qui”. Dai e dai, ai tifosi del Napoli sono girati i marini. E così, ecco apparire i primi segni tangibili di contestazione aperta verso l’ex idolo partenopeo.

Quest’oggi, in Piazza Garibaldi e in Piazza Municipio sono comparsi striscioni e scritte murali inequivocabili: “Cavani, dacci retta, facci esultare, vattene in fretta”, o ancora, più semplicemente, “Cavani vattene”. Dopo qualche giorno di tam tam su internet, nei forum e nelle community del tifo napoletano, i supporter hanno infine deciso di far sentire la loro voce: nessuna preghiera per il campione lusingato dai top club, ma un sano invito a togliere il disturbo al più presto. Anche perché, e questo i napoletani lo sanno, prima Cavani leva le tende, prima De Laurentiis farà partire l’assalto al suo erede: che, stando a quanto si dice oggi in Inghilterra, potrebbe essere Luis Suarez (foto by InfoPhoto), compare del Matador in nazionale e in uscita da Liverpool. Il Real Madrid, ormai orientato su Bale e Isco (oltre che su Cavani stesso), sembra aver mollato la presa sul bizzoso centravanti dei Reds e, secondo il Daily Mirror, il Napoli si sarebbe già fatto avanti, contando sulle buone relazioni con il club inglese di Rafa Benitez. Comunque vada, si cade in piedi.